il video

Lo scienziato di Latina Ennio Tasciotti: “Fare il mio mestiere in Usa è fichissimo, in Italia meno”

Lo scienziato di Latina Ennio Tasciotti

Lo scienziato di Latina Ennio Tasciotti

LATINA – Arriva da uno scienziato di Latina, Ennio Tasciotti, una delle soluzioni più innovative per sconfiggere il tumore: travestire le cellule.

Uscito dal Liceo Scientifico Grassi di Latina dove i professori ne avevano sùbito intuito le capacità, spingendolo ad iscriversi alla Normale di Pisa, Tasciotti che è professore associato al Methodist Hospital Research Institute di Houston, e coordina negli Stati Uniti un gruppo di ricercatori (superfinanziato), ha trovato come rigenerare il tessuto osseo e ora sperimenta con le nanotecnologie come rispondere al cancro in “maniera fisiologica”: “Cercando di aiutare il corpo a rispondere al problema come sa già fare”. Lo spiega in questa intervista realizzata da Silvia Morosi per Corriere Tv,  a Roma, dove alcuni giorni fa ha presentato le sue ultime scoperte. Un unico cruccio: “I progressi della scienza vanno maggiormente sostenuti e diffusi, bisogna avvicinare il pubblico ai laboratori, rendendo i concetti comprensibili a tutti. Fare lo scienziato è un’esperienza bellissima. In America è fichissimo, forse in Italia questo si è un po’ perso anche se il metodo scientifico l’ha inventato un italiano, Galileo”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto