Il caso

Formia, paziente immobilizzato a letto: 12 medici a giudizio

Le indagini dei carabinieri del Nas dopo un'ispezione nella struttura sanitaria

FORMIA –Sono stati rinviati a giudizio per maltrattamenti nei confronti di un paziente che aveva problemi psichiatrici. E’ quello che ha deciso il giudice del Tribunale di Latina Mara Mattioli nei confronti di 12 medici, tra cui il direttore sanitario, che lavorano nella Clinica Sorriso sul Mare a Formia. Sono accusati di aver legato con delle fascette ad un letto un paziente e di averlo immobilizzato,  per questo la Procura ha ravvisato una condotta penalmente rilevante e ha chiesto il processo per gli imputati che inizierà il 4 ottobre a Latina. Gli episodi sono avvenuti nel 2012 dopo un accertamento eseguito dai carabinieri del Nas nella struttura punto di riferimento per la struttura per i malati psichiatrici e attiva da oltre 40 anni.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto