SUPERLEGA

La Top Volley Latina sconfitta al tiebreak da Piacenza

L'ottava di ritorno si chiude per 2-3 (25-23,18-25, 21-25,25-14, 10-15)

LATINA- Al PalaBianchini di Latina si è giocata la ventunesima giornata di SuperLega UnipolSai, nell’ottava di ritorno la Top Volley ha ospitato LPR Piacenza in una gara emozionante finita al tiebreak per 3-2 (25-23,18-25, 21-25,25-14, 10-15) in favore degli ospiti in un palazzetto pieno con in campo l’ex libero Loris Manià che è stato accolto con un caloroso applauso e un pezzo di storia della pallavolo italiana Samuele Papi, che ha dichiarato di voler appendere le ginocchiere al chiodo , potrebbe essere stata l’ultima partita sul campo di Latina. Il commento di Bagnoli a fine partita “Non c’è stata tanta continuità nel gioco in entrambe le squadre. Sono contento in alcune cose ma non del risultato. Ishikawa ha fatto una buona gara nel primo set con Penchev, quindi in questo ruolo abbiamo più scelte e questo è positivo”.

Bagnoli schiera in campo Sottile in cabina di regia con Fox Fei opposto a cui mancavano 25 punti per raggiungere i 9 mila in carriera, Rossi e Gitto al centro, Penchev e la stella del Giappone Ishikawa schiacciatori con Fanuli libero mentre Giuliani risponde con Hierrezuelo al palleggio e Hernandez opposto, Alletti e l’ex Yosifov centrali, Parodi e Clevenot di banda con Manià libero.

Parte bene nel primo set Latina con il primo punto di Fei, poi Gitto e Penchev trovano il 3-2 in un inizio equilibrato. Il giovane Ishikawa mette giù il 4-3 poi allunga Latina per 9-6 con l’attacco out di Parodi. Penchev firma il 10-7 con una Top Volley accompagnata dal coro del pubblico, Fei non delude (11-8) poi l’ace di Penchev manda tutti al time out sul 12-8. Al ritorno in campo arriva un’altro punto di Ishikawa (14-10) l’attacco vincente di Fei invece vale il 17-11, Piacenza recupera un break con Hirrezuelo al servizio ma Yuki sigla anche il 18-13 con tutta la fiducia di Bagnoli. Attacco vincente di Piacenza poi l’ace di Alletti  al servizio manda gli ospiti sul 19-16. Bagnoli chiama time out sul -2 avversario, Fei risponde bene manda per primo Latina a quota 20, Hernandez sbaglia dai nove metri regalando il 21-18 ai nostri intanto entra il capitano Maruotti su Penchev firmando subito il 22-19. Ishikawa fermato dal muro piacentino (22-21) e Bagnoli corre subito ai ripari. Attacco vincente per Yuki, replica Clevenot per il 23 pari ma il giapponese firma la prima palla set, con l’errore di Hernandez si chiude il primo parziale in favore di Latina per 25-23.

Il secondo set si apre con due punti di Yuki Ishikawa (2-0) in campo anche Rossi che firma il 4-3 in favore di Latina, Piacenza trova il vantaggio del +1 con Parodi, l’attacco vincente di Penchev manda Fei al servizio ma resta in vantaggio la formazione di Giuliani (5-7).  Fei segna il suo quinto punto personale della partita e Latina trova il pareggio sull’8-8. Altri due punti per Piacenza sull’8-11 Bagnoli chiede time out poi Yuki segna il 9-11 per Latina. Quattro lunghezze di vantaggio per Piacenza (11-15) time out per Latina sul 13-19 in campo anche Klinkenberg e Quintana, il cubano mette giù il 15-20. Dopo l’ace di Clevenot Piacenza trova la prima set ball annullata dal cubano Quintana. Il muro funzione per i pontini che arrivano a quota 18 ma chiudono gli ospiti con l’errore di Klinkenberg al servizio sul 25-18.

Piacenza si allunga per prima in questo terzo set (4-6). Equilibrio in campo, Ishikawa trova il vantaggio pontino del 8-7. Ace di Alletti per il +2 di Piacenza (9-11) poi si allungano gli ospiti e Bagnoli richiede il time out (11-14).  Al ritorno sul campo Piacenza mantiene le distanze (13-15) intanto giallo per Hierrezuelo sull’invasione fischiata dall’arbitro, il cubano innervosito sbaglia al servizio e Latina arriva a -1 (15-16). Piacenza si porta avanti (15-20) Bagnoli gioca la carta Quintana e ferma ancora una volta il tempo sul 16-21. Piacenza trova il 17-23 con l’opposto francese Clevenot e chiude a 21-25 nonostante il recupero di Latina.

Quarto set decisivo, Latina parte con il piede giusto (6-2) con il muro pontino che funziona e il pubblico che accompagna i suoi. Si ritorna in campo e Klinkemberg mette giù il raddoppio pontino 8-4. Muro vincente per Maruotti poi il capitano firma il 10-5. Latina avanti in questo quarto set e sul 14-8 Piacenza chiede il challenge ma il punto viene confermato alla Top Volley. Muro importante per Latina che sta crescendo con Rossi e Klinkenberg a rete poi Latina arriva a 16-8 sul time out richiesto da Piacenza. Parodi tocca l’asta e la pipe di Maruotti vale il 18-9 per i padroni di casa. Klinkenberg trova manie out e manda Fei al servizio poi la volpe di Latina doppia gli avversari (20-10). Entrano in campo Strugar e Ishikawa che trova la rete ma Piacenza restituisce subito il favore (23-13). Muro vincente per Andrea Rossi, Latina mantiene dieci lunghezze di vantaggio sulla palla set chiudendo il parziale per 25-14 decretando così il tiebreak.

Inizio tiebreak con Piacenza che parte forte, challenge richiesto da Latina che vale il 4-5. Vantaggio di Piacenza sul cambio campo (5-8) mentre il pubblico non smette di sostenere i campioni in campo. Punto importante segnato da Maruotti (7-9) Piacenza mantiene il +2, nonostante il bel recupero di Rossi, il vantaggio resta degli ospiti con Yosifov (9-12). Maruotti risponde bene al rientro  sul campo ma è Giuliani questa volta a fermare il tempo (10-13). Dopo il punto di Clevelot, MVP della serata, si ferma ancora il tempo in questo tiebreak emozionante che viene conquistato da  Piacenza per 15-10. Il capitano pontino Maruotti “Penso che possiamo uscire contenti da questa gara dove ci sono state tante sostituzioni e ognuno ha dato il suo contributo. Siamo stati bravi a reagire al quarto set. Ora ci aspettano 20 giorni di fuoco dove ci giochiamo tutto, ma sono fiducioso perché ci stiamo allenando beneprossima sfida sul campo di Sora nel derby di ritorno poi altra trasferta a Padova in programma domenica 12 gennaio alle 18.00 alla Kioene Arena. In casa Perugia e Milano per chiudere poi il campionato sul campo di Vibo il 5 marzo al PalaValentia.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto