incidente aereo - i video

Tragica esibizione, Eurofighter si inabissa a Terracina. Trovato il corpo del pilota Gabriele Orlandi

Un aereo militare in picchiata apriva lo show delle Frecce Tricolori poi annullato. Fidanzata e genitori del Capitano Orlandi erano tra gli spettatori

TERRACINA –  E’ stato ritrovato il corpo del pilota dell’Eurofighter Typhoon del Reparto Sperimentale di volo dell’Aeronautica Militare che si è inabissato in mare oggi pomeriggio Intorno alle 16, 50 mentre si esibiva per aprire lo spettacolo delle Frecce Tricolori. Ne dà conferma ufficiale  l’Aeronautica Militare esprimendo cordoglio ai familiari dell’ufficiale.

Il velivolo era in picchiata quando la folla riunita lo ha visto cadere in mare. Immediati i soccorsi per la ricerca del pilota. L’Air show è stato annullato. Terrore tra la folla. Alla tragedia hanno assistito anche i genitori e la fidanzata del pilota, un militare di 36 anni. La giovane donna si è sentita male ed è stata soccorsa.

La vittima è il Capitano Gabriele Orlandi. L’aeronautica confermando la notizia ha dichiarato di aver già aperto un’inchiesta sull’incidente aereo. A quanto si apprende il pilota non si sarebbe lanciato con il paracadute anche perché i seggiolini eiettabili (che permettono di abbandonare rapidamente il velivolo), quando l’aereo  è inclinato in posizione verticale come nel caso di oggi non possono essere azionati.

Sul posto sono presenti 2 squadre dei vigili del fuoco (3a più squadra vigilanza air show) e la motobarca di Gaeta. Anche la Comandante Provinciale Ing. Clara Modesto sta arrivando sul posto per coordinare personalmente le operazioni per il recupero del pilota in mare. Sul posto stanno operando anche sommozzatori dei vigili del fuoco per le ricerche.

L’ESIBIZIONE DI IERI – La prova di ieri dell’esibizione dell’Eurofighter era stata seguita da molto pubblico. Qui il video amatoriale girato da un’insegnante di Latina mostra una fase dell’esercizio terminato tragicamente oggi, descritto in contemporanea dallo speaker.

 

1 Commento

1 Commento

  1. Luca

    25 Settembre 2017 alle 0:01

    Una tristezza infinita!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto