perquisita la casa a Campoverde

Vissuto ad Aprilia l’assassino delle due ventenni uccise alla stazione di Marsiglia

Prima di lui c'era stato Anis Amri. C'è un legame?

foto da wikipedia

LATINA – Ahmed Hanachi, l’uomo che domenica ha accoltellato due ragazze alla stazione di Saint-Charles a Marsiglia prima di essere ucciso dalla polizia, aveva vissuto ad Aprilia con la moglie italiana. Anzi a Campoverde, nella stessa frazione dove sono state trovate alcuni mesi fa, le tracce di Anis Amri, l’attentatore dei mercatini di Natale di Berlino. Lo hanno appurato nel corso delle indagini gli investigatori marsigliesi, grazie alle impronte digitali. In Italia Hanachi aveva ottenuto un permesso di soggiorno e tra il 2009 e i 2014 si era stabilito proprio in provincia di Latina. Per questo gli investigatori hanno perquisito casa della suocera.

PERCHE’ CAMPOVERDE – Le indagini sono in pieno svolgimento. Hanachi era un criminale comune secondo quanto risulta dagli archivi di Polizia, dedito a furti e immischiato con la delinquenza comune, faceva uso di alcol e droghe, ma quello che insospettisce gli investigatori è che la sua vita si sia incrociata almeno geograficamente proprio ad Aprilia con quella dello stragista di Berlino  ucciso nel milanese.  L’inchiesta dovrà ora stabilire se Hanachi aveva contatti con ambienti radicali e se questi ambienti abbiamo un punto d’appoggio in provincia di Latina

DUBBI SULLA RIVENDICAZIONE –  Anche se l’omicidio delle due studentesse, due cugine ventenni di nazionalità francese, è stato rivendicato dall’Isis e l’assassino è stato sentito inneggiare ad Allah prima di morire, tuttavia gli inquirenti si dicono cauti sulla matrice islamica dell’episodio. Hanachi, arrestato due giorni prima dell’attentato perché accusato di un furto, e poi rilasciato, aveva avuto più volte a che fare con la giustizia anche in Francia per reati di bassa criminalità e non era schedato come radicalizzato. Il passaporto di cui era in possesso è tunisino, ma probabilmente il documento fornito in occasione dell’ultimo arresto, era falso.

A Campoverde dove nelle scorse ore i carabinieri del Ros hanno svolto una perquisizione in casa di alcuni familiari della moglie di Hanachi, il nordafricano si arrangiava, faceva lavori saltuari in agricoltura. Restano ancora tanti interrogativi.

1 Commento

1 Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto