evento

Sezze, tutto pronto per la Sacra Rappresentazione della Passione di Cristo

Ottocento i figuranti. Tra le novità: la commemorazione dei caduti della Prima guerra Mondiale

SEZZE – Tutto pronto per la Sacra rappresentazione della Passione di Cristo, venerdì a Sezze, un appuntamento ormai storico, che ogni venerdì Santo porta per le vie del centro storico della cittadina, migliaia di turisti.
Tra le novità dell’edizione 2018, l’apertura dedicata alla commemorazione dei Caduti della Prima Guerra Mondiale, in occasione del centenario della fine del grande conflitto. La Rappresentazione sarà aperta dalla sfilata delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma del territorio, guidata dal labaro dell’Associazione Nastro Azzurro e dai Gonfaloni del Comune di Sezze e della Provincia di Latina. Ci sarà, poi, un momento ufficiale di commemorazione, con il saluto del sindaco di Sezze e l’esecuzione dell’inno nazionale, mentre per l’intera durata della Rappresentazione la grande statua del milite ignoto, posta nel Parco della Rimembranza, sarà illuminata da luci intense con i colori della bandiera italiana.
Ad assistere alla Sacra Rappresentazione di Sezze ci saranno anche il Consigliere dell’Unesco Francisco Javier Lopez Morales e la professoressa Patrizia Nardi, la cui presenza rientra nel percorso di candidatura come patrimonio mondiale immateriale Unesco, che la Sacra Rappresentazione di Sezze sta compiendo nell’ambito dell’Europassione per l’Italia.
Anche in questa edizione la Rappresentazione di Sezze vedrà la partecipazione di circa 800 cittadini in veste di attori e figuranti, che daranno vita a 42 Quadri del Vecchio e Nuovo Testamento, con splendidi costumi e armature che faranno da cornice alla suggestiva processione che inizierà a sfilare dalle ore 20,30 da Piazza San Pietro, nel centro di Sezze.
Tra le novità artistiche ci sarà la figura di San Lidano, patrono di Sezze di cui ricorrono i novecento anni dalla morte, mentre altri quattro quadri presenteranno novità artistiche di rilievo curate dal regista e direttore artistico, Piero Formicuccia, con il lavoro del vice regista e consulente artistico, Mino Sferra.
L’evento è organizzato dall’Associazione della Passione di Cristo in collaborazione con il Comune di Sezze, con il patrocinio della Regione Lazio e delle maggiori istituzioni nazionali.
La realizzazione della Sacra Rappresentazione è resa possibile grazie all’impegno dei membri dell’Associazione della Passione di Cristo di Sezze, guidata dal presidente Elio Magagnoli, che contribuiscono a conservare e tramandare un’antica tradizione culturale. “E’ un momento molto importante per la Passione di Sezze – afferma Magagnoli – come conferma la presenza del Consigliere Unesco Morales e della Professoressa Nardi. Una manifestazione ricca di storia e tradizione, ormai nota a livello internazionale che avrà l’onore di poter commemorare i nostri Caduti, grazie alla presenza delle varie Associazioni Combattentistiche e d’Arma cui va il nostro grande ringraziamento”.
Il direttore artistico della Sacra Rappresentazione, Piero Formicuccia, afferma che “la Rappresentazione di Sezze, per i suoi contenuti artistici e di partecipazione emotiva da parte degli attori e figuranti, si pone come una delle massime espressioni del genere a livello italiano ed europeo. Il percorso che stiamo compiendo per la candidatura Unesco ne è una conferma, sono convinto che la suggestione che tutto un popolo, unito nella ripresentazione del Corpo Passionato, riesce a trasmettere sia una peculiarità che solo Sezze può esprimere con tale intensità ”.
Per questo importante evento il Comune di Sezze ha allestito una grande e comoda area parcheggio in zona Anfiteatro, che consentirà di accogliere senza problemi i tanti turisti e visitatori che ogni anno giungono per assistere alla Sacra Rappresentazione”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto