il pestaggio

Terracina, sedicenne picchiato a sangue da due coetanei spalleggiati dal branco

Lo hanno accerchiato ai giardini, volevano 100 euro per un probabile debito di droga

TERRACINA – Massacrato di botte dal branco a sedici anni per 100 euro. La polizia ha arrestato a Terracina ieri pomeriggio un 17 enne (M.R.) e la sua ragazza appena maggiorenne (D.A.) con l’accusa di tentata estorsione e lesioni personali aggravate. Aiutati da altri minorenni, i due, per farsi pagare un probabile debito di droga, hanno infranto la vetrata dell’abitazione dei genitori della vittima e poi, non avendolo trovato, lo hanno cercato e incontratolo nei giardini pubblici, lo hanno pestato.

La sequenza è stata ricostruita dagli agenti del commissariato chiamati dalla mamma del sedicenne che hanno subito compreso di fronte a che cosa si trovavano. Da tempo infatti la polizia tiene sotto osservazione gli ambienti legati alla criminalità giovanile in cui è diffuso il consumo di stupefacenti.

Il ragazzo, trovato poco dopo l’allarme della mamma è stato trasportato immediatamente al pronto soccorso dell’ospedale Fiorini a causa delle contusioni multiple sul volto.

Gli arrestati si trovano una agli arresti domiciliari e l’altro presso un Centro di prima accoglienza per minorenni. Per loro potrebbe non essere stata la prima volta, alla polizia erano stati segnalati altri casi simili, infatti. “L’operazione –  spiegano dal Commissariato – si ricollega ad altre che hanno portato dallo scorso ottobre a diverse denunce e che si ritiene hanno consentito di disarticolare una gang giovanile dedita allo spaccio di sostanze stupefacenti, estorsioni, furti e danneggiamenti”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto