cronaca

Cristian Canò torna libero, sconterà la pena con l’affidamento in prova ai servizi sociali

Uccise il pare al termine di un litigio

CISTERNA – Cristian Canò è uscito dal carcere, i giudici del Tribunale gli hanno concesso la messa alla prova e finirà di scontare la pena con l’affidamento in prova ai servizi sociali.

Il giovane deve scontare sette anni e quattro mesi di reclusione per omicidio volontario aggravato dal vincolo parentale. Il ragazzo difeso dagli avvocati Angelo e Oreste Palmieri ha lasciato il carcere di Rebibbia dove era detenuto, dopo la sentenza definitiva per aver ucciso il padre, al termine di un litigio per le vessazioni che quest’ultimo metteva in atto sulla madre.  Cristian continuerà a studiare all’Università dove è iscritto.

Per lui si era mossa una vera e propria rete di solidarietà, è stato seguito dai suoi insegnanti che non lo hanno mai abbandonato, ora è stato selezionato anche per un premio di un concorso letterario come scrittore.

6 Commenti

6 Commenti

  1. Germano Buonamano Mancaniello

    Germano Buonamano Mancaniello

    26 Giugno 2018 alle 8:18

    Per me questo uomo non doveva essere arrestato perché difese una Mamma ed invece chi deve essere condannato a morte è la persona che ha ucciso ma prima seviziato e torturato Lucky l’amico a quattro zampe.

  2. Germano Buonamano Mancaniello

    Germano Buonamano Mancaniello

    26 Giugno 2018 alle 8:18

    Ed invece in Itala chi maltratta il mondo degli animali è libero soltanto con una denuncia.

  3. Rosella Frasca

    Rosella Frasca

    26 Giugno 2018 alle 8:51

    Forza Christian torna a vivere

  4. Monica Barboni

    Monica Barboni

    26 Giugno 2018 alle 19:27

    Ti auguro tanta fortuna

  5. Paola Barboni

    Paola Barboni

    26 Giugno 2018 alle 22:34

    Buona vita ragazzo

  6. Sandra

    27 Giugno 2018 alle 13:03

    Forza ragazzo riprenditi la tua vita!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto