con Giovanni Gnocchi

Festival Pontino, dove si sta come nelle botteghe del Rinascimento

Stasera serenata dei violoncelli nelle Scuderie: al Castello musica di Corte

Shares

SERMONETA – E’ uno dei più grandi violoncellisti italiani, era arrivato la prima volta a Sermoneta per partecipare da allievo al corso di perfezionamento del maestro Rocco Filippini. Oggi che ne ha preso con emozione il posto, Giovanni Gnocchi racconta dei giorni al Castello Caetani paragonando l’esperienza a quella delle botteghe del Rinascimento italiano da cui sono usciti Leonardo Da Vinci e Masaccio tanto per fare due nomi.

A pochi giorni dal concerto che lo ha visto protagonista sul palco allestito sotto il Viale dei Carpini di Pantanello – le sue foto hanno fatto il giro del mondo tanto ne è rimasto colpito -, il Maestro si dedica ai ragazzi del suo corso di perfezionamento e prepara un concerto fuori programma.

Stasera, nelle scuderie del Castello Caetani, infatti, suonano violoncelli arrivati da tutta italia e dall’estero. E, per stare in tema con l’ambiente, si comincia con la musica di Corte.

Un soggiorno di lavoro che per Gnocchi è anche l’occasione per fare considerazioni sulla formazione giovanile, su precocissimi talenti e sulla necessità di tutelare la cultura. Che poi è anche il Festival Pontino e chi lo organizza, il Campus di Musica.

A Buongiorno Festival il Maestro Giovanni Gnocchi

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto