il seminario federalista

Europa tra crisi economica e questione mediterranea: lezione a Ventotene

Dal 2 al 7 settembre 150 ragazzi sull'isola in cui Spinelli scrisse l'Europa Unita

LATINA – Nell’isola dove fu scritto il Manifesto ispiratore dell’Unità europea, in un momento di decisa impopolarità per l’Ue, si apre domenica 2 settembre a Ventotene il 37° Seminario di formazione federalista con il titolo: “Il federalismo in Europa e nel mondo. Dall’Unione Monetaria agli Stati Uniti d’Europa” per trattare i temi più attuali, dalla crisi economica alla questione mediterranea.

Da questo osservatorio privilegiato, l’isola pontina in cui più di settant’anni fa Altiero Spinelli scrisse il Manifesto per un’Europa Libera e Unita, arriveranno 150 ragazzi provenienti da tutto il Vecchio Continente e da altre regioni del mondo. “In un momento in cui appare sempre più importante la formazione dei giovani agli alti ideali europei per contrastare nazionalismi e populismi, al Seminario di Ventotene 150 giovani si ritrovano per approfondire il pensiero federalista e confrontarsi su proposte operative per il lancio di una forte iniziativa politica per la Federazione europea, obiettivo quanto mai necessario in uno scenario in cui la debole ripresa economica, il riscaldamento globale, l’instabilità del l’Africa e del Medio Oriente e le conseguenti migrazioni rendono evidenti l’inadeguatezza degli stati di fronte alle sfide epocali che abbiamo di fronte”, sottolinea Federico Brunelli, Direttore dell’Istituto Altiero Spinelli.

GLI OSPITI – Ospiti della manifestazione  organizzata dall’Istituto di Studi Federalisti Altiero Spinelli insieme a Regione Lazio, Provincia di Latina, Comune di Ventotene, Movimento Federalista Europeo, Gioventù Federalista Europea, il Vice-Presidente del Parlamento europeo Fabio Massimo Castaldo, il parlamentare europeo David Borrelli, il Segretario confederale della CISL Ignazio Ganga, l’Assessore della Regione Lazio Gian Paolo Manzella, il Direttore di European Alternatives Lorenzo Marsili, il Presidente della Provincia di Latina Carlo Medici, il Sindaco di Latina Damiano Coletta, il corrispondente dall’Italia per il quotidiano Liberation Eric Jozsef, che riceverà il Premio giornalistico “Altiero Spinelli”, insignito della Medaglia del Presidente della Repubblica.

GLI APPUNTAMENTI – Domenica 2 settembre alle ore 17.00, alla cerimonia di apertura, dedicata a “Le responsabilità dell’Italia per la riforma dell’Europa” interverranno Giorgio Anselmi (Presidente Istituto di Studi Federalisti Altiero Spinelli), Gabriele Panizzi (Vice-Presidente Istituto di Studi Federalisti Altiero Spinelli) Gerardo Santomauro (Sindaco di Ventotene), Carlo Medici (Presidente della Provincia di Latina), Damiano Coletta (Sindaco di Latina,) Antonio Argenziano (Segretario generale Gioventù Federalista Europea), Fabio Massimo Castaldo (Vice-Presidente del Parlamento europeo).

Sarà quindi assegnata ad una giovane partecipante la quarta edizione del Premio “Antonio Saggio”, avvocato generale della Corte di Giustizia e primo e finora unico italiano Presidente del Tribunale di Prima Istanza a Lussemburgo.

Venerdì 7 settembre alle ore 9.30, la sessione conclusiva del Seminario “Verso le elezioni europee: quali prospettive per la rifondazione dell’Europa”, presieduta da Paolo Acunzo (Vice-Presidente del Movimento Federalista Europeo), ospiterà gli interventi di Luisa Trumellini (Segretaria generale del Movimento Federalista Europeo), Elias Carlo Salvato (Presidente della Gioventù Federalista Europea), Gian Paolo Manzella (Assessore Sviluppo Economico, Commercio e Artigianato Regione Lazio), David Borrelli (Parlamentare europeo), Lorenzo Marsili (Direttore European Alternatives), Ignazio Ganga (Segretario Confederale CISL).

La giornata si concluderà con l’assegnazione dell’ottava edizione del Premio giornalistico “Altiero Spinelli”, insignito della Medaglia del Presidente della Repubblica, a Eric Jozsef, corrispondente dall’Italia per il quotidiano Liberation.

Programma del seminario: www.istitutospinelli.org

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto