l'intervista

Latina, “progettone” salvo. Il punto con l’assessora Cristina Leggio

Dopo le decisioni del Governo l'Anci rassicura: "Salvi i progetti della prima tranche"

LATINA – Latina non rischierebbe di perdere (ma il condizionale è d’obbligo), il finanziamento del cosiddetto “progettone”. Un sospiro di sollievo dopo la decisione del Governo di bloccare i fondi che la Presidenza del Consiglio dei Ministri sotto  la guida di Paolo Gentiloni aveva voluto destinare a progetti di recupero delle periferie urbane e sociali. Soldi che, se ben spesi, potrebbero aiutare il rilancio di Latina come di altri 100 comuni italiani che hanno bisogno di darsi una scrollata, e si sottrarsi l’impoverimento generale, materiale e immateriale, verso cui la scarsità di risorse pubbliche e un’azione politica poco lungimirante li sta facendo scivolare.

Lo ha comunicato l’assessora Cristina Leggio dopo aver consultato l’Anci. “Non restiamo comunque indifferenti a quello che accade agli altri Comuni che avevano fatto affidamento su queste risorse. Il fondo prevedeva un lavoro congiunto tra una riqualificazione strutturale e interventi immateriali destinati alle persone intese come risorsa all’interno dei contesti urbani”, spiega Leggio che su Radio Luna illustra le progettualità più importanti alle quali si sta lavorando o che sono in stato di realizzazione .

ASCOLTA

L’associazione Comuni italiani ha dunque rassicurato sul fatto che i primi 24 progetti (tra cui il progettone di Latina, appunto) non saranno sospesi perché se tutto procederà come deve, si tratta di quelli finanziati con la legge di stabilità del 2016, quindi risorse realmente esistenti che rientrano nella prima tranche. Latina, che si piazzò 17° nella graduatoria generale, attende risorse per 18 milioni di euro di cui il 20% già erogati.

La misura più “pesante” del progettone è Via Massaro, il completamento viario alle spalle del lungomare di Latina che eliminando il peso delle auto sul lungomare punta a riqualificarlo in maniera sostanziale. Tra quelle immateriali c’è Faro Latina per azioni di orientamento e informazione rivolte ai giovani che si pongono come obiettivo la prevenzione nell’accompagnamento e superamento dei momenti di difficoltà umani e lavorativi.

Ecco tutti i progetti dei Comuni  http://www.casaportale.com/public/uploads/16563-pdf3.pdf

4 Commenti

4 Commenti

  1. giuliano d.

    9 agosto 2018 alle 11:05

    Il progettone è solo l’ inizio di un ambizioso programma per tentare il rilancio turistico-economico di Latina e di tutta la Provincia.

  2. Daniela

    9 agosto 2018 alle 15:34

    Fate passare le conditture di gas metano su Strada Bassianese. È vicinissima al Piccarello ma considerata inesistente, trasparente…Sembra di vivere nel terzo mondo…Sonno anni che chiediamo le conditture di gas metano. Non ne possoamo più di pagare enti erogatori del gas privati e di acqustate quintali di legname per scaldarci.
    A Borgo San Michele il gas c’è da molto tempo grazie e solo per l’interesse di un’industria che ne aveva bisogno.
    Spendete un po’ di soldi anche per noi!

  3. enrico spirito

    14 agosto 2018 alle 19:36

    Con questi soldi ci dovete preparare altre intitolazioni di strade e parchi? Questo è quello che avete fatto fino ad ora. Fatevi un giro in città per vedere come è ridotta la nostra cara Latina. Ho votato per l’elezione del nostro sindaco e purtroppo me ne sono pentito amaremente.

  4. zietto

    17 agosto 2018 alle 14:15

    Io mi auguro di cuore che questi fondi verranno investiti per un attaccante di spessore per il Latina calcio…solo cosi potremo rilanciare il turismo e il PIL pontino.
    Avanti tutta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto