La parola agli Esperti: Studio Associato Medica

Nei in Età Pediatrica: Come Trattarli

Come riconoscere quelli sospetti e perché è importante sottoporre bambini e ragazzi  ad un controllo dei nei.

nei_come_trattarli

Perché è importante monitorare i nei dei bambini? Quali sono gli strumenti utilizzati?

Le dottoresse A. Capponi e F. Nicolucci di Studio Associato Medica, dermatologhe esperte sempre aggiornate su trattamenti e terapie della pelle, rispondono per noi a queste domande.

Lo Studio, uno dei migliori in tutto il Lazio, si trova a Latina e si occupa a tutto tondo di dermatologia medica, pediatrica, estetica e chirurgica. Tra i servizi offerti riveste grande importanza il controllo dei nei (mappa dei nevi), che si effettua tramite Videodermoscopia o Epiluminescenza.

Il Miglior Modo di prevenire è quello di affidarsi a mani esperte: prenota un controllo chiamando lo Studio al numero 3482316828 o inviando una mail a studio@medicalatina.it

I Nei in Età Pediatrica

In età pediatrica la comparsa di nuovi nevi, a differenza di quanto succede per l’adulto, è normale. Solo l’1% dei nevi presenti nel bambino sono nevi congeniti, cioè nevi che compaiono dalla nascita;  i restanti compaiono durante la crescita e soprattutto durante la pubertà.

Partendo da questo principio, si può comprendere come non sia necessario sottoporre tutti i bambini a visita specialistica dermatologica per ogni nuovo nevo che compare, ma è di fondamentale importanza farli controllare alla nascita per individuare i nevi congeniti e ripetere la visita solo in casi selezionati secondo le indicazioni del dermatologo.

I Nei Congeniti: Medie e Grandi Dimensioni

Per quanto riguarda i nevi congeniti, quelli di medie e di grandi dimensioni devono essere osservati con maggiore attenzione per l’eventuale comparsa di lesioni nodulari e/o macchie più scure sul nevo stesso.

Questi ultimi in particolare devono essere seguiti periodicamente mediante uno strumento molto utile al dermatologo che prende il nome di Videodermatoscopia o Epiluminescenza, in grado di memorizzare l’immagine e confrontarla al controllo successivo (la cosiddetta mappa dei nevi).

La pubertà rappresenta un altro momento fondamentale: proprio in questa fase è utile sottoporre il paziente ad un’epiluminescenza solo sulle lesioni pigmentate selezionate .

In Conclusione

In conclusione, quindi, come bisogna comportarsi con i piccoli pazienti?

E’ necessario controllare il bambino alla nascita per individuare i nevi congeniti e basarsi sulla cosiddetta “Regola ABCDE” (A: Asimmetria, B: Bordi irregolari, C: Colore, D: Dimensioni, E: Evoluzione).

Bisogna tenere in considerazione che i nevi nei bambini sono in continua crescita e tendono quindi per loro natura a modificarsi: bisogna quindi fare estrema attenzione all’età adolescenziale, quando le trasformazioni dei nevi sono più frequenti.

E’ certificato che una corretta prevenzione riduce di molto il rischio di problemi della pelle.

Prenota un controllo dei nei al numero 3482316828 o inviando una mail a studio@medicalatina.it

Per informazioni:

medicalatina.itfacebook.com/studioassociatomedicainstagram.com/medicalatina.it

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto