L’Intervista

Anxur Festival 2019: Subsonica, Mellow Mood e molto altro

Gli organizzatori si raccontano: Cosa c’è da aspettarsi dall’evento, l’8 e il 9 Agosto a Terracina

L’Anxur Festival, evento di Terracina che ogni anno convoglia migliaia di partecipanti, festeggia il decennale con l’edizione 2019, che si terrà all’Arena del Molo l’8 e il 9 Agosto. Dopo aver ospitato tanti big della musica italiana e aver dato voce ai talenti locali, quest’anno il palco dell’Anxur vedrà esibirsi i Subsonica, i Mellow Mood, Fulminacci, Gomma ed altre guest ancora da annunciare.

Gli organizzatori del Festival si sono raccontati per noi, condividendo i loro pensieri ed i loro sogni e lasciandoci osservare più da vicino cosa si cela dietro le quinte dell’Evento, che quest’anno prevede un’affluenza di 5000 presenze giornaliere.

subsonica

I Subsonica, guest dell’Anxur Festival 2019

L’edizione 2019 dell’Anxur Festival è ormai alle Porte, ci date qualche anticipazione? Quali saranno gli artisti e i musicisti che saliranno sul palco dell’Arena del Molo? Cosa cambierà rispetto agli altri anni? Quanta affluenza di pubblico si prevede?

L’edizione 2019, prevista per l’8 e il 9 agosto presso l’Arena del Molo di Terracina, sarà quella che celebrerà il decennale dell’Anxur Festival. Ci siamo detti quindi di voler lasciare il segno provando a fare il salto di qualità tanto voluto, senza nulla togliere però agli anni passati, nei quali abbiamo sempre dimostrato di investire in qualità, portando a Terracina artisti che da lì a poco sono diventati veri BIG della musica italiana. A titolo di esempio citiamo Francesco Motta, ma potremmo fare tanti altri nomi.

Rispetto alle scorse edizioni, la manifestazione non sarà più itinerante ma sarà racchiusa in un’unica location che accoglierà un vero e proprio villaggio musicale. Inoltre, considerando il calibro degli artisti selezionati, l’ingresso sarà per la prima volta a pagamento. Il 27 luglio il Festival sarà anticipato da un concerto gratuito in una delle piazze più suggestive della città, Piazza Santa Domitilla, a cui siamo particolarmente legati.

Quest’anno abbiamo voluto fare le cose in grande confermando una band attualmente record di incassi, i SUBSONICA. Il nostro Festival farà parte delle ventuno date del loro 8TOUR estivo.

Nei due giorni di Festival, oltre la band di punta sopra citata, si susseguiranno nella line-up artisti come Mellow Mood, Fulminacci, Gomma, e altri ancora da annunciare. Si stimano 5000 presenze giornaliere.

Il vostro evento attira ogni anno tantissimi turisti, ma quale è la reazione della città di Terracina? Come viene visto e percepito l’Anxur dal punto di vista dei cittadini?

Noi ci auspichiamo che Anxur Festival sia a cuore di tutta la comunità terracinese, essendo uno dei nostri scopi primari quello di promuovere la nostra città per mezzo della musica.

Per questa ragione abbiamo anche consolidato negli anni un rapporto di fiducia e supporto con l’amministrazione comunale, proprio perché il Festival si è dimostrato un evento di spessore e portata pari a diversi altri importanti appuntamenti sportivi, enogastronomici e altri, arricchendo l’offerta estiva terracinese.

C’è qualche artista, durante i vostri moltissimi eventi, che vi è rimasto nel cuore? Qualcuno che ricordate con particolare piacere?

Durante questi 10 anni di attività, sia invernale che estiva, abbiamo conosciuto moltissimi artisti e ciascuno di loro, a modo suo, ci ha regalato qualcosa. Ognuno di loro ha una storia particolare da raccontare oltre la dimensione discografica. Alcuni artisti sono più introversi di altri, con qualcuno invece il rapporto dura ancora oggi, ma in ogni caso abbiamo bellissimi ricordi di tutti.

mellow-mood

I Mellow Mood, ospiti dell’Anxur Festival il 9 Agosto

C’è, invece, qualche artista che avete sempre sognato di portare a Terracina?

Sì, i SUBSONICA… diciamo che ci stiamo riuscendo. Siamo convinti che i sogni siano fatti per essere realizzati.

Come è stato il vostro primo evento organizzato insieme? Ricordi ed emozioni legate ai vostri esordi?

Come ogni bella esperienza tutto è iniziato per gioco.

Spinti dalla forte passione verso la musica – alcuni di noi anche musicisti – decidemmo di provare a fare qualcosa nella nostra città, e così fondammo l’associazione Anxur Festival. All’epoca eravamo in tre, Guido Popolla (io), Francesco Bartolomei e Paolo D’Ammizio.

Abbiamo sempre aspirato a metter su una rassegna musicale, simile a quelle viste e vissute in prima persona in altre città italiane e europee.

Negli anni abbiamo attraversato diverse fasi e mutazioni, arrivando oggi a organizzare un festival con grandi produzioni nazionali.

Come è la “scena” di Terracina? Come è il fermento musicale e artistico legato a questa città?

Terracina è sempre stata una città in fermento musicale, attiva, piena di risorse e di gente con tantissima voglia di fare.

I musicisti della nostra città stanno avendo riscontri importanti, soprattutto negli ultimi anni. Alcuni di loro sono addirittura membri di band affermate in Italia. Un esempio è dato dai Mellow Mood, band reggae con diverse tournée internazionali all’attivo, che saranno nostri ospiti il 9 agosto e il cui batterista è nostro concittadino.

Quali sono, secondo voi, le tre “doti” che servono per organizzare un grande evento come l’Anxur Festival?

Sicuramente senza una forte passione per la musica, una grande voglia di mettersi in gioco e un notevole amore verso la propria città non si andrebbe molto lontano.

Guardiamo un po’ al futuro: dove vi vedete fra 10 anni? Come immaginate la vostra carriera di organizzatori?

Al momento siamo troppo concentrati sull’evento di quest’anno, non possiamo permetterci di soffermarci a pensare al futuro. Quello che certamente ci auguriamo è che Anxur Festival ci sia ancora, che sia cresciuto e che sia diventato nel frattempo un punto di riferimento fondamentale nella scena della musica live italiana e, perché no, europea.

Avete qualche consiglio da dare a chi ha iniziato da zero la vostra  professione? Cosa direste ad un giovane organizzatore che vorrebbe intraprendere il vostro stesso cammino?

Diremmo che il prerequisito necessario per intraprenderlo è essere appassionati, credere nel progetto e soprattutto nel potere comunicativo e aggregante della musica. Non è una strada facile, ma se c’è fiducia andrete avanti nonostante in molti spesso vi crederanno pazzi.

Per maggiori informazioni:

www.facebook.com/anxurfestival

www.instagram.com/anxurfestival

Per acquistare i biglietti: www.ticketone.it

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto