l'iniziativa

A Latina nasce la start up Mal- Leggo per ragazzi dislessici

Il progetto di Roberto Trombetta e Luisa Ingravalle, ha già vinto un bando regionale

LATINA – Nasce a Latina la startup Mal-Leggo, dedicata a risolvere le difficoltà delle famiglie di bambini e ragazzi dislessici. Il settore dei disturbi specifici dell’apprendimento è ancora disorganizzato nonostante interessi, secondo le statistiche del MIUR, il 4% degli studenti italiani, quindi più di 250.000 ragazzi, numeri che continuano a crescere ogni anno. L’iniziativa è di due giovani di Latina, Roberto Trombetta e Luisa Ingravalle, che non hanno scelto casualmente questo tema.

“Il desiderio di migliorare lo stato delle cose – spiegano – è dato dal ricordo di quegli anni, di quando, pur non sapendo a chi rivolgerti per essere sostenuto nei momenti di difficoltà, dovevi accettarti, farti valere più degli altri, crescere e costruire te stesso”.

Le difficoltà che hanno attraversato a causa della disinformazione relativa al tema li hanno spinti a voler rendere la propria esperienza personale utile ad altri ragazzi dislessici e alle loro famiglie.

Due anni fa è stato creato un blog, Dislessia e altre doti, per diffondere informazione e un messaggio positivo attraverso i contenuti. In questo modo hanno conosciuto le storie di più di sessanta persone con DSA (Disturbo Specifico dell’Apprendimento), capendo che le loro maggiori difficoltà erano ricorrenti: molti hanno fatto mesi di ricerche prima di trovare un professionista adatto alle loro esigenze, si sono sentiti disorientati e hanno accumulato tanti dubbi irrisolti.

L’obiettivo della start up è “dare a tutti i bambini e ragazzi dislessici ciò che a noi è mancato e che ci avrebbe dato un grande aiuto”. A questo scopo stanno progettando Mal-Leggo, una piattaforma attraverso la quale ogni genitore di un bambino o ragazzo con DSA possa cercare specialisti che lo supportino nella propria città, sceglierlo e contattarlo in pochi click. Ma non si sono fermati qui, volendo offrire grazie allo stesso sito un secondo servizio che permetta ai genitori di chiarire i propri dubbi mediante un meccanismo di domanda e risposta. “Stiamo creando – spiegano – una vera e propria bussola nel mondo dei DSA, che le famiglie potranno utilizzare in modo completamente gratuito”.

Mal-Leggo ha già vinto un bando come miglior progetto regionale che finanzierà in parte la realizzazione del sito, ma per raccogliere il necessario per coprire interamente i costi di realizzazione della piattaforma hanno avviato un crowdfunding su Ulule, leader europeo in questo settore.

La raccolta fondi terminerà il 01/07 e hanno già raccolto la metà del loro obiettivo, guadagnando la fiducia di quasi trenta donatori, che al termine della campagna riceveranno ricompense attinenti al tema. La start up verrà presentata il prossimo 21 giugno, a dieci giorni dalla fine del crowdfunding, a Latina presso la sede di Lazio Innova, con lo scopo di far conoscere a tutti il progetto, i servizi che offrirà e la loro storia.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto