cronaca

Black out al Dono Svizzero di Formia, Simeone chiede chiarimenti

Il consigliere regionale: "Il gruppo elettrogeno ha funzionato a intermittenza"

Shares

FORMIA – Dopo il black-out di due ore di ieri mattina all’ospedale Dono Svizzero di Formia, il consigliere regionale Giuseppe Simeone ha inviato una nota al direttore generale dell’Asl di Latina, Giorgio Casati, per chiedere spiegazioni sui disservizi registrati a danno degli utenti. “In particolare ho chiesto informazioni urgenti sui generatori d’emergenza. A quanto risulta il gruppo elettrogeno avrebbe funzionato a intermittenza, mentre ancor più difettoso sarebbe apparso quello secondario, riservato ai server. Sappiamo bene – spiega Simeone – quanto il cattivo funzionamento di questi generatori di elettricità potrebbe provocare conseguenze negative per pazienti e operatori sanitari alle prese con interventi chirurgici”.

La Asl di Latna precisa che i gruppi di continuità hanno garantito l’alimentazione prevista alle apparecchiature elettromedicali critiche.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto