un albero in meno

Circeo, sughero secolare dato alle fiamme: perché?

L'intervento dell'Anc Sabaudia per spegnare il rogo in Via Nardecchia

SAN FELICE CIRCEO – Hanno appiccato il fuoco facendo falò di una pianta di sughero secolare. La protezione civile dell’Anc di Sabaudia è dovuta intervenire nella serata di ieri su via Nardecchia nel Comune di San Felice Circeo su indicazione della Sala Operativa Regionale del Lazio. L’incendio che si era sviluppato ai margini di un terreno coltivato a serra e minacciava anche una linea dell’Enel, rischiava infatti di propagarsi e creare danni alle strutture vicine. Da qui, le operazioni spegnimento durate un’ora e mezza circa. Dell’albero alla fine è rimasto il legno carbonizzato.

E allora la domanda viene spontanea: perché? In tempi in cui da ogni parte del mondo si ricorda l’importanza degli alberi per la sopravvivenza dell’uomo, anche per la mitigazione degli effetti disastrosi dei cambiamenti climatici, e si invita a piantarne di nuovi, uno per ogni abitante della Terra,  il gesto appare ancora più insensato e criminale.  Il sughero  – secondo quanto riportato dall’Anc di Sabaudia diretta dal maresciallo Enzo Cestra – è stato incendiato posizionando un innesco a metà della pianta. Non c’è dubbio quindi sulla volontarietà del gesto.

1 Commento

1 Commento

  1. Elisabetta Fantini

    Elisabetta Fantini

    21 Settembre 2019 alle 16:59

    Che bastardi!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto