dal 13 al 15 settembre

Ponza in tre giorni: mare, trekking, storia, mito e cucina per scoprire la vera isola

Torna la manifestazione ideata da Tiziana Briguglio. Il programma

LATINA – Andare “Alla scoperta di Eea. Storia, risorse autoctone ed enogastronomia dell’isola di Ponza”. Lo si potrà fare dal 13 al 15 settembre sulla maggiore delle Pontine grazie all’iniziativa della giornalista Tiziana Briguglio che con la Proloco e la collaborazione dell’Istituto comprensivo Carlo Pisacane di Ponza, ha ideato una tre giorni ricca di appuntamenti, oltre venti che  partendo dal mito di Ulisse e passando per la colonizzazione borbonica e il confino fascista, faranno della cultura del cibo un’occasione per riscoprire tradizioni, ingredienti e riti antichi, come i riti propiziatori arcaici per la vendemmia del Biancolella, l’uva autoctona dell’isola. IL PROGRAMMA

“L’idea  – spiega Tiziana Briguglio  – è quella di rendere attrattiva l’isola tutto l’anno e non solo durante l’estate, attraverso la promozione di nuove forme di turismo incentrate principalmente sulle ricchezze storiche, paesaggistiche ed enogastronomiche. Tanti gli appuntamenti in programma nelle tre giornate che anche per questa edizione avranno la caratteristica di veri e propri itinerari narranti e comprenderanno: percorsi trekking  con visite  ai terrazzamenti guidati dal poeta Antonio De Luca,  appuntamenti gourmet, mostre d’arte, incontri letterari presso la Libreria Il Brigantino, sfilate di moda dei brand locali, pescaturismo e degustazioni dei piatti poveri della tradizione”.

L’APERTURA – L’incontro di apertura è sul tema Salvaguardia dei mari, valorizzazione delle risorse ittiche,  trasformazione del pescato e intolleranze alimentari, a cura del biologo marino Adriano Madonna e del documentarista Pier Giacomo Sottoriva

Tanti gli appuntamenti in programma nelle tre giornate che anche per questa edizione avranno la caratteristica di veri e propri itinerari narranti e comprenderanno: percorsi trekking  con visite  ai terrazzamenti guidati dal poeta Antonio De Luca – appuntamenti gourmet – mostre d’arte – incontri letterari presso la Libreria Il Brigantino – sfilate di moda dei brand locali – pescaturismo e degustazioni dei piatti poveri della tradizione.

Il racconto della storia e della leggenda  del mare di Circe,  saranno offerti  dall’attore Francesco Maria Cordella nell’Ulisse ritrovato”, il viaggio fantastico nel Mito in compagnia della Maga Circe e di Ulisse durante la visita notturna dell’antica cisterna romana della Dragonara, realizzato da Acts Theater Produzioni Artistiche, con la partecipazione di Irma Ciaramella e  Brigida Vitiello

LA SCUOLA E IL SUO VOLUMETTO – Preparazioni, ma anche saperi a base delle eccellenze locali e regionali inscritte nel registro dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali e  dei marchi comunitari Dop e IGP, che gli studenti del Pisacane, con l’aiuto delle loro insegnanti, hanno voluto raccogliere nell’interessante  volumetto di ricette “Sapori di Ponza”, che sarà presentato  venerdì 13 settembre insieme anche ai laboratori di cucina tradizionale tenuti rispettivamente da Assunta Scarpati (chiocciola Slow Food), e dai fratelli Aniello e Gennaro Romano, dove ad essere realizzate saranno la bottarga di pesce spada e la parmigiana di pale di fico d’india per poi passare il giorno successivo alle proposte più innovative di Davide de Luca per l’ultima tappa di Red Taste, il progetto di valorizzazione del cocomero pontino.

Il tutto permeato dal racconto della storia e della leggenda esclusiva del mare di Circe, le cui suggestioni si potranno rivivere nella bellissima interpretazione dell’attore Francesco Maria Cordella nell’Ulisse ritrovato”, il viaggio fantastico nel Mito in compagnia della Maga Circe e di Ulisse durante la visita notturna dell’antica cisterna romana della Dragonara, realizzato da Acts Theater Produzioni Artistiche, con la partecipazione di Irma Ciaramella e  Brigida Vitiello

DA FARE –  Sono organizzati  giri sull’isola a bordo degli autobus di linea con gli alunni dell’Istituto Turistico di Ponza; la mostra collettiva di arte contemporanea presso l’Hotel Santa Domitilla dedicate allo Stracquo, a cura di Publia Cruciani e Monia Sciarra;  il trekking urbano sulle orme dei confinati politici in compagnia della guida naturalistica Domenico Scotti e la presentazione della App “APPonza”, nata da un progetto di alternanza scuola-lavoro realizzato dal Liceo Scientifico Statale Vito Volterra di Ciampino e dalla Proloco di Ponza, in cui ad essere raccolte sono le testimonianze di quanti si sono trovati nella colonia confinaria tra il 1928 e il 1939.

La manifestazione è inserita tra gli eventi in programma per il progetto Mare di Circe (vincitore del bando della Regione Lazio che vede insieme i comuni di San Felice Circeo, Ponza e Ventotene  quali Città della Cultura 2019) con il contributo della Camera di Commercio di Latina, dell’Arsial, la collaborazione dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Lazio e Toscana, dell’Arga Lazio e il patrocinio anche della Camera Italo Estera CC-ICRD “Italia Caraibi e America latina”,  del Comune di Ponza, di Confcommercio Lazio Sud, della Fondazione Bio Campus e della Chaîne des Rôtisseurs Association Mondiale de la Gastronomie Bailliage nazionale d’Italia, Bailliage di Frosinone e Bailliage Toscana Francigena.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto