operazione della Guardia di finanza

Gasolio di contrabbando dall’Ungheria, 52 mila litri sequestrati a Latina

Il blitz quando i mezzi hanno lasciato al SS 148 per dirigersi in un capannone ad Aprilia

LATINA – 52.000 litri di gasolio di contrabbando proveniente dall’Est Europa sono stati sequestrati dai militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Latina che hanno denunciato quattro persone accusate di illecita importazione e commercializzazione del carburante.

L’operazione è scattata durante un pattugliamento notturno quando i finanzieri del Nucleo di Polizia economico – finanziaria di Latina e  Aprilia hanno notato due tir che lasciando la Pontina (S.S. 148), si dirigevano verso un capannone industriale. All’interno dei rimorchi erano stoccate in grandi contenitori di plastica circa 40 tonnellate gasolio che nei documenti era stato dichiarato olio lubrificante anticorrosivo”. Dai successivi riscontri è emersa la verità.

“Inoltre, entrambi i mezzi provenienti dall’Ungheria- spiegano dal comando provinciale di Latina  della Guardi di Finanza –   erano sprovvisti della segnaletica prescritta per il trasporto di prodotti infiammabili potendo così costituire anche un serio pericolo per l’incolumità e la sicurezza degli automobilisti e della circolazione stradale”.

I due camion telonati sono stati sequestrati con il carico, denunciati a piede libero per il reato di sottrazione all’accertamento o al pagamento dell’accisa sui prodotti energetici i due autisti e dei due rappresentanti legali delle aziende coinvolte nell’acquisto e nel trasporto del gasolio. Ai due conducenti è stata anche ritirata la patente per le violazioni relative al codice della strada.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto