mare nostrum

Sperlonga, operazione mine compiuta: il video della Guardia Costiera

Rimossi e fatti brillare due miglia al largo gli ordigni bellici

SPERLONGA – Sminato il litorale di Sperlonga dalle 15 bombe trovate domenica scorsa da un sub. A duecento metri dalla spiaggia di Ponente sono intervenuti gli incursori della Marina Militare che hanno portato gli ordigni a largo e li hanno fatti brillare.

La Capitaneria di porto di Gaeta aveva interdetto subito dopo la segnalazione lo specchio d’acqua interessato dalla presenza dei residuati bellici e ieri ha garntito sotto il coordinamento della Prefettura, la sicurezza delle operazioni. Giovedì mattina è arrivato  da Napoli il COMSUBIN – Nucleo SDAI (Sminamento Difesa Antimezzi Insidiosi) della Marina Militare che, dopo una attività di ricognizione svolta nei giorni scorsi, ha predisposto l’intervento necessario a rimuovere le 15 mine Anticarro tedesche (TELLER MINE 42.) Prima sollevate e trasferite nella zona individuata per il brillamento, le mine sono state quindi prese a rimorchio dalla motovedetta della Guardia Costiera di Gaeta e trasferite, a lento moto, a circa 2 miglia a largo, in un punto con fondale marino di 70 metri. Raggiunta l’area interdetta, gli operatori subacquei del Nucleo sminamento hanno preparato la mina per la successiva deflagrazione, che è avvenuta alle ore 10,30.

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto