Capo Portiere-Foce Verde

Erosione costiera, 5,5 milioni per il Lido di Latina

L'annuncio dell'on Trano. Ciolfi: "Subito azione congiunta Regione-Comune "

Shares

LATINA  –  “I 5,5 milioni stanziati dal Ministero dell’Ambiente per le opere di difesa del litorale tra Foce Verde e Capo Portiere rappresentano per la Marina di Latina e per la nostra amministrazione una grande opportunità e al tempo stesso una grande responsabilità”. Lo sottolinea Maria Grazia Ciolfi consigliera comunale di Lbc e delegata alla Marina dopo l’annuncio del deputato pontino del M5S, Raffaele Trano, ringraziandolo “per aver intercettato le istanze del territorio ed aver portato all’attenzione del Parlamento il grave fenomeno dell’erosione che affligge da decenni la nostra costa e che ha determinato nel corso degli anni importanti ripercussioni sia ambientali che economiche”.
Ciolfi sottolinea come il finanziamento “arrivato dopo molti anni di assenza delle istituzioni sovraordinate, Governo e Regione, e relativa mancata erogazione per anni, di fondi congrui destinati a questa finalità, conferma l’azione politica fattiva portata avanti dal governo Conte ed in particolare conferma che gli obiettivi prefissati dal M5S e nel merito specifico dall’operato del Ministro Costa continuano ad essere centrati, perseguendo la visione annunciata dal Movimento e volta tra l’altro alla salvaguardia ambientale ed all’economia ecosostenibile che trae spinta propulsiva anche dalla salvaguardia e riqualificazione dei territori costieri, patrimonio inestimabile del nostro Paese”.

Basteranno i finanziamenti? Occorre infatti una “macchina” in grado di usarli nella maniera più corretta e nei tempi richiesti, altrimenti tutto sarà stato vano.

“Auspico  – conclude la Ciolfi – a questo punto che la Regione Lazio metta in agenda sin da subito la programmazione di una azione congiunta con il Comune di Latina ed in particolare con l’Assessorato all’Ambiente, competente in materia e guidato dall’assessore Roberto Lessio, che ha dedicato gran parte del suo mandato al problema dell’erosione costiera. Tale azione congiunta dovrà essere finalizzata ad individuare in tempi rapidi le progettualità su cui investire questo ingente finanziamento, ossia le opere di salvaguardia della costa adeguate che possano arginare in maniera significativa l’erosione, sempre nel rispetto della sostenibilità ambientale; solo cosi si potrà tornare davvero a dare speranza agli operatori balneari garantendo un futuro rispetto a possibili investimenti ed al tempo stesso rilanciando l’economia legata al turismo della Marina e quindi della città di cui rappresenta a mio avviso il vero volano”.

1 Commento

1 Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto