30 e 31 maggio

Il ritorno di Ninfa: migliaia di prenotazioni per la visita individuale

In quattromila nel primo we e ora si replica

Shares

LATINA – E’ andato bene il primo fine settimana di visita a ingresso rigorosamente singolo, senza visita guidata che è ancora vietata dalle misure anti Covid-19 e il Giardino di Ninfa si prepara a replicare il 30 e 31 maggio, date per le quali sono già arrivate centinaia di prenotazioni. Oltre quattromila persone si sono messe in fila, distanziate e con mascherina, per un giro sorvegliato lungo i sette ettari del Monumento Naturale riaperto dopo il lockdown e più rigoglioso di sempre, forse proprio grazie a questo.

“Il primo weekend di apertura è stato un successo e il numero di prenotazioni anche per le prossime giornate conferma che Ninfa continua ad essere uno dei luoghi più amati da chi desidera immergersi nel sogno fatto di storia e natura che ci ha lasciato in eredità la famiglia Caetani”, spiegano dalla Fondazione Roffredo Caetani.

“E’ stato un fine settimana straordinario e le persone hanno mostrato grande disponibilità supportando la nostra organizzazione e apprezzandola soprattutto per la possibilità di passeggiare nel giardino consultando le guide digitali che abbiamo fornito all’atto della prenotazione e rivolgendosi al nostro personale per chiedere chiarimenti, fare domande o soddisfare eventuali curiosità sulla storia e gli aspetti botanici. I numeri enormi ci hanno costretto a uno sforzo importante ma il personale di sicurezza anche all’esterno dell’area, nel parcheggio, davanti alla biglietteria, nello shop e nel punto ristoro, è stato all’altezza della sfida”, sottolinea il presidente Tommaso Agnoni.

E a partire da sabato 30 maggio aprirà nuovamente i cancelli ai visitatori anche il Castello Caetani di Sermoneta. Anche in questo caso sarà una visita in piena sicurezza e a costo ridotto “proprio per dare la possibilità ai visitatori di godersi anche il luogo più bello e significativo di Sermoneta. Il contributo di ingresso, che si potrà acquistare direttamente sul posto, è stato ridotto a 3 euro (gratis per i bambini sotto i 12 anni) e sarà possibile visitare Piazzale degli Olmi e Piazza D’Armi,  affacciarsi nella Casa del Cardinale, sbirciare la Sala dei Baroni e le antiche Scuderie.

“Al momento – sottolinea il presidente Agnoni – per questioni di sicurezza resteranno chiusi al pubblico gli ambienti chiusi”.  Il Castello Caetani riapre al pubblico, per ora, a partire dal 30 e 31 maggio con i seguenti orari: 10-13 con ingresso fino alle 12.30 e 15-18.30 con ingresso fino alle 18 (per tutto il mese di giugno).

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto