non è la prima volta

Capo Portiere-spazzatura per colpa di pochi

Al Lido di Latina il piazzale invaso da bottiglie e bicchieri abbandonati a terra e sulla balaustra

LATINA – Stamattina il  lungomare di Latina era spettacolare: mare pulito e calmo, il rosa e l’azzurro del cielo, il silenzio, i profumi, il profilo della Maga Circe sullo sfondo. A rovinare il paesaggio e la poesia c’erano però rifiuti di ogni genere, una scia post-aperitivo di fronte al mare. Un fatto ricorrente in questi giorni.  

E così, il comportamento incivile di pochi ha rovinato tutto, con la piazza di Capo Portiere disseminata di bottiglie di vino e di birra vuote, di bicchieri, cannucce e bottigliette di plastica (qualcuno le ha lasciate anche lungo la strada con fazzolettini e ammennicoli vari) lasciate a terra e sulla balaustra in bella mostra. Il secchio dei rifiuti, troppo piccolo ed evidentemente insufficiente, era stracolmo, ma questo non giustifica: c’è un cassonetto a poca distanza e se anche  non se ne trova uno, la spazzatura non va abbandonata ma riportata a casa.

Ma se siamo d’accordo sul fatto che è gradevole andare a bere qualcosa in un posto bello e panoramico, all’aria aperta e più sicuro di altri sotto il profilo dei contagi da Covid-19, allora sarebbe bene anche imparare a rispettarlo. Ed è molto facile: non abbandonare rifiuti è la prima regola. Anche cicche di sigaretta.

(Grazie a Patrizia Di Benedetto per le foto pubblicate su Fb e che hanno aperto un dibattito)

5 Commenti

5 Commenti

  1. Gianni

    23 Maggio 2020 alle 17:16

    Un buon vino, una buona birra… però incivili
    A che ora passa il servizio di spiazzamento e rimozione rifiuti di ABC?

  2. Gianni

    23 Maggio 2020 alle 17:16

    Un buon vino, una buona birra… però incivili
    A che ora passa il servizio di spiazzamento e rimozione rifiuti di ABC❓❓❓❓

  3. peter rei

    23 Maggio 2020 alle 20:32

    gente zozza

  4. Stefano

    24 Maggio 2020 alle 16:49

    Lì ci sono le telecamere.
    “Volendo”, non è difficile trovare gli incivili.

  5. Giancarlo La Duca

    26 Maggio 2020 alle 5:22

    Inciviltà è figlia del permessivismo.
    Avete mai sentito dire: “ah io ai miei figli gli faccio fare quello che vogliono, non voglio che crescano con i tabù del questo non si può, questo non si deve fare, questo non è corretto”.
    ECCO LA RADICE DI TUTTO È LÌ.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto