Attualità

Può il coronavirus manifestarsi con segni sulla pelle? Uno studio risponde

Scopriamo se c’è qualcosa che lega il coronavirus alla pelle

Negli ultimi mesi i ricercatori italiani e non solo hanno impiegato tutte le loro energie nell’obiettivo di individuare quante più informazioni possibili sul coronavirus. Per questo è stato preso in esame anche il rapporto che lega la dermatologia al Covid 19. Si è, cioè, cercato di capire se effettivamente esistesse una correlazione sintomatologica e dunque se anche la pelle potesse dirci qualcosa in più rispetto alla presenza o meno del virus.

Uno studio condotto da ricercatori di Lecco ci ha fornito qualche risposta in merito. Stando a quanto riportato al riguardo da Fabrizio Fantini, direttore U.O.C di Dermatologia dell’ospedale lombardo, in alcuni casi la pelle potrebbe darci qualche indizio per capire il nostro stato di salute. La presenza sull’epidermide di sintomi legati al Covid è rara, ma non impossibile. Lo studio condotto su 300 pazienti ha permesso di rilevare alcune informazioni.

Vi possono essere sensazioni lievi di prurito o fastidio, ma anche dolore o un senso di bruciore. Trattandosi di una patologia che ha molto in comune con altre infezioni virali non sono da escludere orticarie, ecchimosi, arrossamenti o nei casi gravi anche la rottura di vasi sanguigni.

Ci sono, però, anche casi in cui la presenza di questi sintomi non comporta la conferma in laboratorio che vi sia il virus. Ciò perché forse il virus è presente in percentuali talmente ridotte da permettere alle difese immunitarie del paziente di impedire il suo sviluppo. Questo spiega perché i segni che emergono attraverso la pelle si siano mostrati soprattutto in soggetti asintomatici. L’altro dato è che colpiscono di più bambini o giovani.

Insomma se da un lato è bene essere accorti perché esiste comunque anche un legame tra la sfera dermica e il virus, d’altra parte è pur vero che la presenza di questi sintomi associata ad una carica virale bassa risulta almeno su questo fronte incoraggiante. In ogni caso, nel dubbio oggi è possibile richiedere consulenze veloci anche attraverso il consulto con un dermatologo online. Di certo questo tipo di ricerca è solo agli inizi e diverse altre nozioni importanti potranno emergere da sviluppi successivi.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto