su radio immagine

#facciamoilpuntoinradio su Latina, il sindaco Coletta a 360 gradi sui problemi della città

I temi: teatro, scuola, migranti, emergenza sanitaria e mare

Shares

LATINA – “L’attenzione deve rimanere alta sull’emergenza Covid-19”, lo ha detto questa mattina il sindaco di Latina, negli studi di Radio Immagine per un’intervista a tutto tondo sulle tematiche più importanti: il rischio di un nuovo lockdown, la crisi economica, la scuola e la situazione che si è venuta a creare con i migranti all’ex Rossi Sud.

“Sul nostro territorio i contagi hanno link già noti e questo è fondamentale. Non voglio essere rassicurante in merito all’ipotesi si un nuovo lock down, ma l’importante è essere consapevoli e usare sempre le giuste precauzioni. Noi come amministrazione ci stiamo impegnando per la ripartenza, l’autunno, ne siamo consapevoli, non sarà semplice, ma nel tavolo Latina per Latina stiamo facendo un grande lavoro. Come amministratori locali abbiamo chiesto nuove risorse al Governo perché è fondamentale capire che bisogna ripartire dalle città”.

Con il sindaco Damiano Coletta abbiamo affrontato anche la questione migranti perchè ha fatto discutere la scelta di ospitarne alcuni alla ex Rossi Sud, una scelta però, è bene chiarirlo, che non è spettata al primo cittadino, che si è attivato subito per eseguire i tamponi che non erano stati fatti. 13 ragazzi, molti minori, sono risultati positivi: “La scelta dell’ex Rossi Sud si è rivelata giusta. Ad oggi solo 2 sono le persone non ancora negativizzate. Voglio inoltre dire che quanto accaduto ieri con l’immagine di un uomo, con patologie psichiatriche, pubblicato su Facebook da alcuni rappresentanti politici è ingiustificabile. Dove è finita l’umanità?”

ASCOLTA

Parlando della situazione Coronavirus a Latina un focus sulla scuola è fondamentale: che cosa accadrà a settembre? E i trasporti come verranno gestiti? “Tornare a scuola è importantissimo e da qui vogliamo ripartire. I trasporti scolastici a Latina sono stati potenziati, soprattutto nei borghi Sabotino, Faiti, Montello e Podgora con più corse per gli studenti pendolari. Inoltre stiamo adeguando gli spazi a disposizione nei 12 istituti comprensivi, con i fondi a messi a disposizione dalla Regione e dal tavolo Latina per Latina. Il lavoro che si sta compiendo è enorme”.

E a proposito di lavori, per la prima volta il primo cittadino parla anche di teatro, lo fa cautamente, ma l’obiettivo è ripartire: “Nessuno si chiede perchè il teatro ancora non è aperto. Il lavoro che è stato fatto è volto a recuperare i 25 anni in cui non è stato fatto nulla, e a dare l’agibilità che il D’Annunzio non ha mai avuto. abbiamo fatto interventi per oltre 600mila euro, ora facciamo quest’ultimo miglio. Quando riaprirà il teatro sarà finalmente una struttura a norma. E tifiamo tutti insieme affinché questo accada il prima possibile”.

Un ultimo passaggio anche sulle passerelle al mare, in questi giorni molte polemiche sui lavori che vengono eseguiti a fine estate: “La notizia sui lavori iniziati solo ora, è una bufala. Sono partiti a inizio giungo e sono stati tantissimi. Prima non potevano essere fatti a causa dell’emergenza Covid”.

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto