in pieno giorno

Estorsione con la pistola in Via Romagnoli a Latina, la polizia arresta un tunisino

L'arma puntata anche contro gli agenti era una perfetta replica di una Beretta

LATINA – Minacciava un uomo impugnando una pistola,, in un parcheggio di Latina. La scena è avvenuta oggi intorno a mezzogiorno all’esterno del Mc Donald’s di  Via Romagnoli dove è arrivata la Squadra Volante della Questura di Latina che poco dopo ha arrestato con l’accusa di minaccia e resistenza aggravate a P.U. e tentata estorsione aggravata, un cittadino tunisino di 33 anni, pluripregiudicato e tossicodipendente.

E’ stata la vittima delle minacce a indicare agli agenti la direzione presa dall’uomo che stava fuggendo e sono scattate le ricerche che hanno consentito rapidamente alla polizia di raggiungere il sospetto mentre tentava di scavalcare una recinzione. E’ stato a questo punto che l’uomo ha estratto dalla cintola dei pantaloni una grossa pistola semiautomatica, puntandola contro gli agenti, che sono però riusciti a disarmarlo e bloccarlo.

Come appurato poi negli uffici della Squadra Volante,  dove la persona minacciata ha formalizzato la denuncia,   la notte precedente, il tunisino, conosciuto dalla vittima qualche giorno prima, gli aveva rubato il cellulare, un tablet ed un portafogli contenente denaro e documenti personali e oggi si è presentato pretendendo denaro per la restituzione dicendo che altrimenti avrebbe sparato.

L’arma, risultata una replica di una Beretta, quindi identica nell’aspetto alle pistole in dotazione alle forze dell’ordine, con colpo a salve in canna e caricatore munito, è stata sequestrata e recuperata la refurtiva. Domani il processo per direttissima.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto