la festa

Candeline sul panettone per i 100 anni di nonna Setta, guarita dal Covid

La sindaca di Roccagorga Nancy Piccaro compra regali per piccoli e grandi

ROCCAGORGA – Regali per piccoli e grandi pagati di persona e non con i soldi pubblici. E’ l’iniziativa della sindaca di Roccagorga, Nancy Piccaro,  anche per ringraziare le persone che  da mesi operano per far fronte all’emergenza Covid, dalla Protezione Civile ai dipendenti dell’Azienda Vola. “Si è trattato di un dono spontaneo: ogni anno il centro sociale ha offerto un piccolo dono ai suoi iscritti, in questa contingenza particolare ho voluto dare il mio contributo personale per ampliare l’iniziativa anche a chi non è iscritto al centro sociale e ai bambini che hanno avuto bisogno, ora  più che mai,  della magia del Natale – afferma il sindaco Piccaro – Per non gravare sulle casse comunali e prevenire erronee interpretazioni, ho voluto che l’iniziativa fosse a mio carico, insieme al centro sociale. Con i dovuti distanziamenti e nel rispetto delle regole di prevenzione del virus abbiamo consegnato un piccolo dono ai residenti  over 70 ed ai bambini fino a 10 anni per riscaldare un po’ l’atmosfera di questo Natale così particolare. Una giornata piena di calore umano, di affetto trasmesso con gli sguardi”.

L’augurio forse più bello, il sindaco l’ha riservato alla nostra nonnina centenaria di Roccagorga, nonna Setta.

“Avevamo preparato per lei una grande festa lo scorso mese di marzo – ha scritto il sindaco su facebook – Purtroppo però il lockdown ci ha impedito di farla. E poi, mentre aspettavamo di poterti festeggiare, è accaduto quello che non doveva mai accadere: il Covid ha colpito la tua famiglia e purtroppo anche te, abbiamo vissuto momenti di grande smarrimento e sconforto accompagnato anche dal dolore del lutto. Tu nonostante il grande dolore, nonostante la malattia sei stata forte e coraggiosa e sei riuscita a rialzarti e a sostenere anche la tua famiglia e abbiamo voluto dedicarti un momento tutto per te, un omaggio ai tuoi cento anni di saggezza e di forza”.

Infine il sindaco ha ringraziato il “gruppo di persone che anche quest’anno, sia pur nelle difficoltà oggettive, si sono impegnate per realizzare il Presepe per la nostra comunità. Da un’idea lanciata da Padre Aleandro e realizzata dal gruppo dei suoi amici, il Presepe ogni anno fa parte del nostro Natale”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto