operazione della polizia

Svaligiò il caveau della Bnl di Lecce, arrestato un 44enne a Formia

Il colpo nel 2018 fruttò un milione di euro

FORMIA – C’è anche un uomo di 44 anni di Formia, Luciano Romano, tra i quattro arrestati per il maxi furto nel caveau della Banca nazionale del Lavoro di Lecce messo a segno l’11 novembre del 2018. Le manette sono scattate nella notte a Formia. L’uomo di origine campana ha numerosi precedenti per rapina, sequestro di persona e furto, ed è considerato membro del commando che si era reso protagonista del colpo che aveva fruttato un bottino di oltre 1 milione di euro, svaligiando il contenuto delle cassette di sicurezza.

Le indagini sono state condotte dalla Squadra Mobile di Lecce e dal Servizio Centrale Operativo della Polizia di Stato, con la collaborazione anche del Commissariato di Formia che hanno svolto servizi di appostamento e pedinamento nel sud pontino.

Il G.I.P. del capoluogo salentino ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare in carcere e agli arresti domiciliari nei confronti di 4 persone, tra i quali il 44enne residente a Formia al quale, nel corso della perquisizione domiciliare, sono stati sequestrati all’interno di una cassaforte centinaia di monili d’oro nonché un captatore di frequenze, materiale ora al vaglio degli inquirenti.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto