al Goretti

Boom di chiamate per partecipare alla sperimentazione del vaccino Reithera a Latina

Il Centro: "Già creato un elenco di dati per una prima scrematura"

(nella foto la professoressa Lichtner con il collega otorino prof Gallo)

LATINA – Sono state numerosissime, cento soltanto nelle prime ore successive all’annuncio dato dalla Asl di Latina martedì mattina, le candidature inviate al centro di Malattie Infettive dell’ospedale Santa Maria Goretti da parte di cittadini del territorio, di età superiore ai 18 anni, che si sono detti disponibili ad entrare nella sperimentazione di fase 2 e 3 del vaccino italiano ReiThera. Lo studio, che si svolgerà sotto il coordinamento dell’ospedale Spallanzani, avverrà in 25 diversi centri italiani e tra questi presso l’ospedale del capoluogo. Qualcuno ha risposto anche da fuori provincia.

“Avendo ricevuto numerosissime candidature, abbiamo creato un elenco con i dati e i candidati saranno ricontattati in caso di disponibilità di posto per valutare l’eleggibilità”, spiegano dalla Uoc di Malattie Infettive diretta dalla professoressa Miriam Lichtner.

L’impegno richiesto è di circa 4 visite nei primi due mesi (durante le quali verranno effettuati secondo un calendario
prestabilito una serie di accertamenti tra cui prelievi ematici e tampone molecolare per COVID-19) e ulteriori 3 visite più distanti nel tempo.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto