musica in lutto

Il Festival Pontino perde il Maestro Rocco Filippini

Il celebre violoncellista aveva 77 anni e ha insegnato a lungo ai Corsi di Sermoneta

(nella foto di Cesare Galanti, il Maestro in uno degli ultimi concerti a Sermoneta per il Festival Pontino)

LATINA – “Si è spento oggi il Maestro Rocco Filippini, un pezzo importante della nostra storia, che ha accompagnato per quarant’anni”. La notizia arriva dalla Fondazione Campus Internazionale di Musica di Latina.

“Un uomo amabile, elegante, colto, la cui amicizia è stata un privilegio per noi”, dice la presidente Elisa Cerocchi unendosi commossa anche a nome di tutti i soci al dolore della famiglia, degli amici e di quanti hanno amato l’uomo e il grande musicista.

Filippini era apparso per la prima volta al Festival Pontino nel 1975, con il Trio di Milano in un concerto a Fossanova, il primo di una lunghissima serie di concerti. Dal 1977 infatti iniziò a insegnare ai Corsi di Perfezionamento Musicale di Sermoneta, dove tenne il suo corso di violoncello e musica da camera – con qualche brevissima interruzione – fino al 2015. Vi tornava sempre con piacere, insegnando a generazioni di musicisti che oggi piangono il loro Maestro.

Il celebre violoncellista era nato a Lugano 77 anni fa e suonava un Gore Booth costruito da Antonio Stradivari nel 1710. Chi lo ha conosciuto lo definisce uno degli artisti più autorevoli e rappresentativi del concertismo internazionale. Ha fatto parte del celebre Quartetto Accardo con Salvatore Accardo, Bruno Giuranna e Franco Petracchi, tutti abituali frequentatori  del Festival Pontino.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto