due sale a disposizione

Latina, vaccinazioni Pfizer al Centro Anziani. Cavalli: “La flessibilità è fondamentale in questo momento”

La nuova dirigente della Asl: "Per i contagi la situazione è stabile, ma non siamo fuori dall'emergenza"

LATINA – Le vaccinazioni con le fiale Pfizer contro il Covid sono state trasferite presso il centro sociale Vittorio Veneto di Latina, da lunedì. E oggi, lo spazio a disposizione della campagna vaccinale si ingrandisce  con  una nuova ala messa inaugurata dal sindaco di Latina Damiano Coletta con il Prefetto di Latina Maurizio Falco e la nuova direttrice della Asl di Latina Silvia Cavalli.

Prefetto e sindaco hanno sottolineato l’importanza di fare squadra in questo momento difficile e la nuova sede rappresenta un esempio concreto di questo spirito. E’ necessaria perché dispone di due stanze più grandi e in queste ore sono tante le dosi di vaccino Pfizer arrivate in Italia. Grazie a questo si potranno incrementare ancora le prenotazioni.

“Gli spazi più ampi consentiranno sia un incremento dell’agenda vaccinale con le prenotazioni ordinarie, ma anche una attività di recupero su particolare situazioni, come ad esempio i non idonei alla vaccinazione con AstraZeneca che devono quindi passare al Pfizer e cercheremo di farlo nella stessa giornata di prenotazione, ma anche delle particolari categorie che nel tempo di andranno a sommare. La flessibilità è fondamentale in una campagna così massiccia”, spiega Cavalli. Ma non è finita qui: “Ci sono anche altre iniziative al vaglio e sarà data informazione ma mano che ci sarà una chiarezza maggiore sugli arrivi dei vaccini. Purtroppo in queste ore c’è stato il blocco da parte della Fda dei sieri Johnson&Johnson e il carico è fermo a Pratica di Mare. Proprio a causa di queste evoluzioni, anche la nostra programma si deve ricalibrare di continuo”.

Hanno partecipato all’inaugurazione anche il Questore di Latina Michele Spina, il Colonnello Umberto Maria Palma della Guardia di Finanza, e il Vicecomandante dei Carabinieri Tenente Colonnello Michele Meola.

ASCOLTA LA DIRIGENTE CAVALLI AL MICROFONO DI ROBERTA SOTTORIVA

Intanto la tensostruttura finora utilizzata per le somministrazioni dei vaccini Pfizer è tornata nella disponibilità del Goretti per gestire l’emergenza, con il numero dei ricoveri che non si ferma.

ASCOLTA

“La situazione nell’ospedale negli ultimi giorni si è andata normalizzando”, ha spiegato Cavalli, ma attenzione: “Questo non significa che siamo fiori dall’emergenza. Oggi ci sono circa 150 positivi, quindi in rialzo rispetto all’inusuale dato di ieri dove i positivi sono stati 48. Se andiamo a leggere la media della settimana, si attesta in diminuzione, e questo è un dato positivo. Se verrà confermato, ci lascia ben sperare”.

ASCOLTA

1 Commento

1 Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto