politica

“Un ritorno al futuro”, Zaccheo presenta la sua candidatura a sindaco di Latina

"Il mio partito è Latina e i suoi cittadini. Basta con i personalismi, andiamo oltre"

LATINA – “Dove eravamo rimasti”? E’ la domanda che la collega Sarina Biraghi ha fatto ieri al candidato sindaco Vincenzo Zaccheo durante la presentazione proprio della sua candidatura come espressione di sette liste, cinque del centro destra e due civiche. C’erano i rappresentanti locali e non solo di Fratelli D’Italia, Forza Italia, Lega, Udc e Coraggio Cambiamo Italia, e poi tanti giovani, espressione di liste civiche e politiche, per dare il loro sostegno al  candidato il quale ha spiegato: “Dal passato ho imparato che è necessario fare squadra, non esiste più l’Io ma il Noi. Il mio partito, l’ho scoperto in questi anni, è Latina e i suoi cittadini. Quindi andiamo oltre la visione di partito, ma rimaniamo ben saldi sull’idea della ripartenza”.

Vincenzo Zaccheo ha fatto solo un lieve accenno al programma che verrà presentato ufficialmente il prossimo 4 settembre, passando per le macro aree che intende sviluppare se diventerà sindaco di Latina: “La marina, con la riapertura di Rio Martino, il Porto di Foce Verde, e poi ancora Latina città Universitaria con il sogno di far diventare i palazzi di Fondazione sedi universitarie, portando qui anche master e specializzazioni. Tra i Palazzi di Fondazione includo anche le Poste con l’idea di ripristinare la scalinata che è stata abbattuta. L’ospedale di Borgo Piave, il cui iter è iniziato proprio sotto la mia amministrazione. Una cabina di regia per gestire i fondi che arriveranno con il Pnrr, i borghi, che devono tornare a essere il cuore della città perchè lì ci sono le nostre origini. E poi una scuola di formazione per la classe dirigente politica di domani, i nostri ragazzi”.

Non è dunque questo il momento dei personalismi: “C’è bisogno della partecipazione di tutti, il nostro vuole essere un progetto politico nuovo che getti il cuore oltre l’ostacolo”.

ASCOLTA L’INTERVISTA

Questo il video della conferenza stampa di ieri

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto