verso il polo tecnologico

Innovazione, i giovani di Exo Latina: “Qui come Eindoven: ecco il nostro progetto”

Francesco Pappone: "Mettere insieme università, innovatori, aziende e istituzioni"

LATINA – Parlare di innovazione a Latina significa anche parlare di giovani, di studentesse e studenti attivi, laureandi e laureati, decisi a dare un contributo concreto per traghettare il capoluogo nel futuro e fermare l’esodo di intelligenze che sta impoverendo l’intero territorio provinciale. E’ per questo che un gruppo di giovani ha costituito durante la pandemia, Exo Latina, un’associazione che giovedì scorso, all’Hotel Europa,  ha voluto presentarsi a tutti i potenziali attori del territorio. Dopo aver organizzato due eventi, Meet Exo e l’Elevator Pitch Contest, una riflessione ad alta voce “sulla possibilità di elaborare un modello di sviluppo per il territorio per canalizzare e rafforzare tutte le energie innovative che da questo nascono”.

“Exo  Latina – spiega Francesco Pappone, fresco laureato in Fisica all’Università di Bologna che ne è socio fondatore –  è un’associazione nata con lo scopo di promuovere l’occupazione e la crescita economica del territorio, contrastando l’esodo giovanile e incentivando l’innovazione. Ci siamo presentati agli imprenditori, ai professionisti e alla futura classe dirigente della città invitando anche i giovani candidati a consigliere comunale, oltre che al mondo della scuola e abbiamo illustrato il nostro manifesto in sette punti”. Tradotto: dove andare e come farlo prendendo a modello la città olandese di Eindhoven, celebre come centro tecnologico e del design, e  patria della Philips.

In sala, per raccontare esperienze di innovazione e progetti concreti che stanno prendendo corpo, c’erano anche lo scienziato di Latina Ennio Tasciotti, Direttore del Centro di Medicina Rigenerativa Muscolo-Scheletrica e fondatore del Centro di Medicina Biomimetica presso il Methodist Research Institute di Houston, Texas, pronto a tornare a casa; Stefano Di Rosa, direttore generale del parco scientifico tecnologico Technoscience e professore presso l’università “San Raffaele” di Roma e Leonardo Valle, esperto internazionale di Open Innovation, saggista ed editorialista.

“La prima azione abilitante di Exo Latina sarà quella di costruire una community dell’innovazione, un gruppo aperto di confronto, di scambio di informazioni e di contatti per lo sviluppo delle proprie idee. Il post- elezioni sarà il momento giusto per partire concretamente, speriamo anche grazie all’ingresso in consiglio di forze nuove e giovani interessate”, aggiunge Pappone.

Ne abbiamo parlato con lui su Radio Immagine 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto