IL PODCAST

Il sindaco di Latina Coletta su Radio Immagine: “Sono fiducioso: se si ragiona per il bene della città, l’accordo (con il centrodestra) si trova”

Oltre 2000 messaggi di congratulazioni da parte di cittadini, politici, amministratori e personaggi dello spettacolo

LATINA – Fiducioso nella possibilità di costruire un progetto allargato che possa portare Latina in una condizione di rilancio verso il suo primo Centenario. Anche se il Centrodestra si è preso qualche ora in più rispetto alle iniziali 48-72 ore prima di procedere a un nuovo incontro, e non è chiaro se risponderà in maniera congiunta o individuale, per singoli partiti, all’appello arrivato lunedì dal sindaco di Latina Damiano Coletta, di presentare un programma di cose da fare, il primo cittadino tornato questa mattina a Radio Immagine dopo la riconferma, si è detto sicuro di poter rivestire un ruolo di garante e di poter arrivare a una soluzione politica percorribile e a una giunta “mista” che possa raccogliere politici e tecnici indicati dalle forze in campo: “L’importante è mettersi d’accordo sulle cose da fare. Quando si ragiona in funzione del bene comune della città, l’accordo si trova”, ha sottolineato rimarcando di aver apprezzato molto l’atteggiamento costruttivo di Fare Latina.

In apertura, rispondendo ad una domanda sul tema, Coletta ha ringraziato le forze dell’ordine e la Dda per l’inchiesta Scarface richiamando la necessità di una politica che dia sostegno concreto alle operazioni di polizia “per liberare definitivamente la città da un sistema criminoso che purtroppo per anni ci ha condizionato”; ha poi parlato della richiesta di “pacificazione” arrivata dall’ormai ex sfidante Vincenzo Zaccheo oggi fondamentale interlocutore, e dei prossimi passi.

Tra le curiosità, gli oltre 2000 messaggi di congratulazioni ricevuti (500 dei quali attendono ancora una risposta) tra i quali quelli di Calcutta, Neri Marcorè e Alessandro Gassman, uno dei seguaci di Coletta su Twitter. E poi le telefonate: dalla Rettrice della Sapienza Antonella Polimeni, al collega sindaco di Milano Beppe Sala, il segretario Pd, Enrico Letta: “Ho ricevuto tantissimo affetto che mi ha fatto piacere”.

Il pezzo scelto per la pausa musicale di questa conversazione radiofonica, Il Conforto di Tiziano Ferro dedicato a chi ha più sofferto per la pandemia.

IL PODCAST   

La mattinata del sindaco è proseguita con la visita all’ospedale Santa Maria Goretti con la direttrice generale della Asl Silvia Cavalli, “perché la sanità è stata sempre centrale nei nostri programmi”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto