le sentinelle del mare

Nel Lazio, cani di salvataggio in spiaggia da Montalto di Castro a Sperlonga: tutte le postazioni

Le unità cinofile tornano in azione

LATINA – Sono bellissimi, sono quasi tutti Labrador e hanno lavorato sodo con i loro padroni per imparare a salvare persone in difficoltà in mare. Con l’arrivo dell’estate tornano in azione le unità cinofile  sentinelle delle spiagge del Lazio: da Montalto di Castro a Sperlonga.

Da nord a sud, la Scuola Italiana Cani Salvataggio sarà presente sulle spiagge della provincia di Viterbo, due sul litorale di Montalto e una sulla spiaggia di Pescia Romana; confermata anche la presenza della sulla spiaggia del Camping Riva dei Tarquini a Tarquinia. Debutto invece sul litorale a nord di Ladispoli: “Grazie alla collaborazione con l’Amministrazione comunale – dicono dalla SICS –  le nostre task force a sei zampe sorveglieranno la spiaggia del Monumento Naturale Palude di Torre Flavia, un’area naturale protetta, una delle ultime aree palustri del litorale laziale, importante habitat naturale per l’avifauna migratoria. Nel periodo estivo particolarmente affollata di bagnanti, il presidio Sics sarà fondamentale per la sicurezza in mare”.

Per quanto riguarda il mare di Roma, i cani bagnini arrivano a Fregene, sulla spiaggia libera accanto al Singita Miracle Beach, mentre lungo la Riviera d’Ulisse fortemente voluta dall’Amministrazione comunale, in sinergia con Protezione Civile e Guardia Costiera, è stata confermata per il terzo anno consecutivo la postazione di Sperlonga, sulla Spiaggia dell’Angolo di Sperlonga, uno dei tratti più suggestivi della costa laziale, tra il Porto turistico e la Grotta di Tiberio.

“La presenza delle Unità Cinofile Sics – ricordano dalla scuola –  la scorsa estate ha consentito a Sperlonga di effettuare un incredibile salvataggio di 14 persone, di cui otto bagnini, che si trovavano in difficoltà a 100 metri dalla riva”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto