cronaca

Massacrato di botte a Londra, Marco Pannone lotta tra la vita e la morte

Il 25enne di Fondi si era trasferito in Inghilterra sei anni fa

FONDI – E’ di Fondi il ragazzo di 25 anni aggredito fuori da un pub di Londra lo scorso week end. E’ stato massacrato a cazzotti e lasciato per terra sul retro del locale. Marco Pannone sta lottando tra la vita e la morte nel reparto di terapia intensiva del King’s College Hospital dove è stato ricoverato e operato d’urgenza con l’asportazione di una parte della calotta cranica nel disperato tentativo di salvarlo. Ora è in coma, come riporta Leggo.

Quello che è accaduto nella notte tra venerdì e sabato è al momento ancora avvolto dal mistero. L’aggressione si è verificata a Brixton, quartiere nella zona sud ovest della City. La famiglia in Italia è stata avvisata sabato mattina su Facebook da un amico del ragazzo con un sul profilo della sorella maggiore. Ad arrivare per primo in ospedale uno zio che si è subito recato in ospedale dove gli è stato spiegato che le condizioni del 25enne sono molto gravi. E’ arrivato in condizioni disperate. Neanche al Consolato sapevano nulla e la polizia non ha informazioni che possono essere divulgate.

Marco si era trasferito a Londra circa 6 anni fa lavorando come barman in hotel, bar e pub senza mai avere problemi. Ora si dovrà cercare di capire cosa sia accaduto quella notte e fare luce sull’intera vicenda. Marco lotta tra vita e la morte nel letto di un ospedale.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto