COMMISSIONE CONSILIARE ANTIMAFIA
La propone Bartolomeo

Shares

formiaFORMIA – Il sindaco di Formia Sandro Bartolomeo ha intenzione, appena si sarà insediato il Consiglio Comunale, di proporre l’istituzione di una Commissione consiliare antimafia e di un Osservatorio comunale sulla criminalità. L’appello era stato lanciato dall’Associazione Caponnetto all’indomani dei pestaggi che si sono verificati a Formia e delle scritte  comparse sui muri di Penitro. “E’ intenzione di questa amministrazione – sostiene il primo cittadino – tenere gli occhi aperti sul rischio di infiltrazione delle mafie, tanto nei percorsi della politica quanto in quelli dell’economia e della società in una città come Formia, geograficamente e storicamente esposta alle mire di varie consorterie criminali”.

Altro aspetto importante è quello dei beni confiscati alle mafie, finora relegati ad un triste destino di abbandono. “Già prima dell’insediamento del sindaco Bartolomeo – sottolinea Patrizia Menanno – abbiamo preso contatti con l’Agenzia nazionale dei beni confiscati. Abbiamo fatto un inventario e beni di cui rientrare in possesso ce ne sono, come l’ex discoteca Marina di Castellone, sita nel cuore della città. Stiamo attivando i percorsi- – conclude – perché Formia si riappropri di spazi importanti sottratti alla camorra. Il loro riutilizzo sarà poi concertato con le associazioni. Quella che proponiamo non è l’antimafia delle parole. Ma quella dei fatti

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto