MUSICA NAPOLETANA A PONZA
Successo per la Nuova Compagnia di Canto Popolare

Shares

foto NCCPLATINA – Persone in piedi sotto il palco, un lungo applauso e gli sguardi con occhi emozionati alla ricerca di un contatto quasi fisico tra pubblico e artisti: così si è concluso il concerto della Nuova Compagnia di Canto Popolare che si è tenuto ieri sera, giovedì 29 agosto 2013, sul palco tra la roccia e il mare di Giancos a Ponza.

Al centro del concerto dei nove musicisti, la tradizione musicale napoletana sotto il titolo de La Candelora: villanelle,  tarantelle, moreschi e pizziche, fino alla conclusione, dopo oltre un’ora e mezza di performance, con l’esecuzione della Tammurriata Nera che ha coinvolto tutto il pubblico.

Così, dopo due anni di assenza dalle scene laziali la Nuova Compagnia di Canto Popolare è tornata a incantare il pubblico sull’isola lunata, nell’ambito della rassegna Ponza Estate 2013, diretta da Francesco Maria Cordella e organizzato da Ferdinando Femiano, ha visto la piazza di Giancos gremita di isolani, e turisti italiani e stranieri, tutti coinvolti in un unico pathos e in un’atmosfera a tratti quasi magica.

Ad aprire la serata Marco Lo Russo fisarmonicista e compositore pontino, di fama internazionale che con la sua musica mescola jazz, classica e contemporanea creando uno stile originale che ne fa un esponente rappresentativo della cultura musicale e sperimentale del nostro tempo. L’artista di Sermoneta si è esibito in un solo di fisarmonica acustica, eseguendo una sua composizione Tarabuk e Libertango di Astor Piazzolla in chiave estremamente personale, poi 5 brani tratti dall’ultimo lavoro discografico Modern Accordion che sta riscuotendo notevole successo all’estero. Infatti, a ottobre il lavoro sarà presentato presso gli Universal Studios di New York e in diverse altre città nordamericane quali Baltimora, Atlanta, Filadelfia, Toronto e Montreal

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto