RISCHIA LA VITA SUL CAMPO
Il giudice punisce gli Allievi Us LatinaCalcio

Latina_Calcio_US_bandiera_animata-300x196LATINA – Uno scontro di gioco tanto violento da far temere per la vita del difensore degli Allievi del Latina Mattia Rinaldi, 16 anni,  è costato alla squadra nerazzurra anche la sconfitta a tavolino e un punto in classifica. Ma la società ha deciso di non presentare ricorso. Il giudice sportivo ha infatti deciso di infliggere alla società U.S. Latina Calcio la punizione sportiva della perdita della partita di domenica scorsa con il Trapani con il risultato di 0-3 ed un punto di penalizzazione in classifica.

La gara era stata sospesa al 30′ del primo tempo, dopo l’impatto tra i difensori Andrea Lombardo (Trapani) e Mattia Rinaldi (Latina). Proprio Rinaldi era stato colto da convulsioni e solo il tempestivo ‘intervento dello staff medico del settore giovanile del Trapani Calcio e l’ambulanza pronta a bordo campo, hanno evitato conseguenze peggiori. Rinaldi, trasportato in ospedale, era stato sottoposto ad accertamenti diagnostici e ricoverato sotto osservazione a scopo precauzionale. I compagni di gioco, impauriti e in lacrime avevano deciso di interrompere lì la partita.

Il giudice ha ora ritenuto che non sussistono ‘circostanze di carattere eccezionale’ per consentire la ripetizione della gara. Al Corriere dello Sport Gianluca Grande, responsabile del settore giovanile, ha dichiarato: “Cosa vuole che ce ne importi? Mi basta che Mattia stia bene. Dico solo grazie al Trapani, che si è anche occupato delle spese. E che serva da lezione: le ambulanze devono esserci. Sempre”.

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto