Cotral, bus sporchi. Il Sul: “Venti minuti per le pulizie non bastano”

Il sindacato risponde alle critiche sullo stato dei mezzi

Shares

Bus Cotral

LATINA –  I pullman del Cotral sono sporchi e l’utenza si lamenta. I pendolari segnalano da più parti che il servizio di trasporto pubblico interregionale su gomma utilizza mezzi che non vengono puliti adeguatamente  e se la prendono anche con i lavoratori. Il sindacato però non ci sta e spiega: “Pulire adeguatamente le corriere in soli venti minuti come prevede l’appalto,  è praticamente impossibile”.

“Da troppo tempo leggiamo sulla stampa dello stato di scarsa pulizia in cui versano gli autobus del Cotral e siamo riusciti a comprenderne il motivo”, sottolineano  Marco Buongiovanni, Segretario Regionale del sindacato SUL settore servizi e Fabrizio Colafrancesco, responsabile SUL appalti pulizie. In venti minuti gli addetti al servizio sono infatti tenuti ad effettuare le seguenti operazioni: rimozione spazzatura interna al bus (pavimento, cappelliere, sedili, ecc.); spolveratura sedili bus;  spolveratura ad umido dei mancorrenti, spolveratura delle porte e strutture varie presenti; spolveratura ad umido delle cappelliere; pulizia accurata del posto guida con spolveratura della cruscotteria e della strumentazione incavata, lucidatura con apposito detergente antipolvere e pulizia sedile autista; eliminazione delle impronte interne dei finestrini e lavaggio/trattamento dei vetri laterali con appositi detergenti antipolvere ed anticalcare; lavaggio e pulizia del parabrezza interno ed esterno anteriore e posteriore; chiusura dei finestrini e della porta; lavaggio specchi retrovisori, targhe, dispositivi di illuminazione esterna; pulizia accurata del piano rialzato/penta posto”. Praticamente impossibile.

Tutta colpa di un capitolato d’appalto sbagliato e di un ribasso d’asta esagerato: “E’ da più di un anno – recita la nota diramata dai due sindacalisti – che stiamo cercando di convincere la ditta Cometa che i tempi sono troppo ristretti. Si e’ generato il caos più totale anche a seguito della mancata erogazione degli straordinari del 2012, della mancata erogazione della cassa integrazione da ormai 8 mesi per problemi burocratici aziendali, dei continui ritardi del pagamento degli stipendi, di alcuni trasferimenti forzati da parte di Cometa. Se gli autobus continuano a viaggiare lo si deve senz’altro ai sacrifici dei lavoratori Cometa, degli autisti Cotral e soprattutto dell’utenza che sopporta tale stato dei mezzi. Noi, insieme ai lavoratori, ci battiamo affinché si ripristini un minimo di regolarità e vengano individuati i responsabili di tanta confusione e disservizio oltre che al danno per la collettività”.

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto