Lungomare, Fioravante: “Stagione compromessa”

Tra Plus e ripascimento si dimenticano gli interventi ordinari

Shares

crolli sul lungomare

LATINA – “L’amministrazione comunale di Latina in queste ultime settimane è stata impegnata a presentare il progetto del PLUS sul lungomare di Latina e a lanciare allarmi contro la Regione Lazio per i mancati interventi di ripascimento delle spiagge. In tutto questo, però, si dimentica completamente di effettuare tutti gli interventi ordinari e straordinari per garantire un’utilizzazione corretta del lungomare durante il prossimo periodo estivo”. Con queste parole il consigliere Marco Fioravante del Partito Democratico lancia l’attacco ad una maggioranza sempre più chiusa in se stessa ed impegnata a scaricare la responsabilità su altri enti dimenticandosi completamente delle proprie mancanze.

“L’assessore Cirilli, pochi giorni fa, ha lanciato un attacco alla Regione Lazio – afferma Fioravante – nel quale si chiedeva all’ente regionale di finanziare subito gli interventi di ripascimento delle spiagge. Mentre l’assessore all’ambiente spende il suo tempo a rimproverare gli altri si dimentica, insieme al resto della maggioranza, delle pessime condizioni delle passerelle, del problema cronico dei passaggi per disabili, dell’organizzazione del senso unico, della definizione del piano campeggi e di cento altre situazioni che sono di competenza comunale”.

E’ pur vero che l’assessore Cirilli non ha competenza sulle passerelle, ne sui sensi unici, Fioravante avrebbe dovuto fare riferimento all’assessore all’urbanistica Giuseppe Di Rubbo il quale però ha assicurato che i lavori per questo tipo di interventi inizieranno già nei prossimi giorni.

“Tra le opere di cui il comune si dovrebbe occupare – conclude Marco Fioravante – c’è il completamento di via Massaro. Opere dimenticata dalla maggioranza ma strategica e fondamentale per riorganizzare la viabilità ed i sensi unici sul lungo mare. Insomma, mentre Cirilli attacca la Regione, rimprovera il non operato di Zaccheo e “sbandiera” la Bandiera Blu, il nostro lungomare, ancora una volta, è condannato a non avere una progettazione complessiva e a lungo termine”.

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto