Porto Canale di Rio Martino, il sindaco convoca conferenza dei servizi

L'intento è quello di far ormeggiare le barche nel periodo estivo

rio-martino-foce1LATINA – Il sindaco di Latina, Giovanni Di Giorgi, convocherà urgentemente una ulteriore conferenza dei servizi per cercare di sbloccare la situazione al Porto Canale di Rio Martino e far ormeggiare le barche per l’inizio della stagione estiva. A tal proposito ha avuto un colloquio telefonico con il presidente della Provincia, Salvatore De Monaco, che ha dato la propria disponibilità a partecipare.
E’ quanto emerso dall’incontro di questa mattina tra lo stesso primo cittadino e il comitato dei diportisti di Rio Martino “Amici del mare”, che avevano chiesto di essere ricevuti dal sindaco per esprimere le loro preoccupazioni, che sono anche e soprattutto le preoccupazioni del sindaco.
Come noto, il Comune di Latina non può provvedere all’assegnazione di posti barca fino a quando la Provincia non metterà a disposizione il piano di utilizzo dei pontili, unico elemento che può sbloccare la situazione.
Pertanto il Comune di Latina è già pronto per emanare un avviso pubblico per assegnare la gestione provvisoria della darsena in attesa del completamento dei lavori: l’unica soluzione per salvare la stagione è emanare l’avviso per la gestione provvisoria dei pontili così da garantire gli operatori del settore ed evitare ripercussioni negative sull’economia locale.
Il sindaco Di Giorgi ha quindi indetto una ulteriore conferenza dei servizi, con la partecipazione di tutti i soggetti coinvolti, per chiedere ancora una volta alla Provincia di compiere le necessarie azioni al fine di predisporre gli atti per salvare la stagione estiva.
“Ribadisco che l’Amministrazione comunale è pronta ad attuare tutte le necessarie iniziative per scongiurare il rischio di un blocco ulteriore delle attività in vista della prossima stagione – afferma il sindaco Di Giorgi – Il percorso individuato è l’emanazione, in via provvisoria e nel rispetto delle regole dell’evidenza pubblica, di una gara per consentire l’utilizzo del porto-canale per la nautica da diporto in tempi rapidi, e per questo siamo in attesa del piano pontili della Provincia. E’ fondamentale che l’amministrazione provinciale faccia i suoi passi, in mancanza dei quali c’è il blocco delle attività nel porto-canale, con tutte le negative ripercussioni non solo sul piano economico ma anche in ambito sociale per il pesante impatto derivante dal collasso di questo micro sistema economico”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto