A Latina scalo 350 scout per la Route Nazionale

agesciLATINA  – Il primo agosto trentamila giovani percorreranno i sentieri e le strade di tutta Italia con l’obiettivo di confrontarsi e scrivere la propria idea di futuro per il nostro Paese e per ciascun territorio di provenienza. Si chiama “Route Nazionale” perché i i rovers e le scolte, ragazzi e ragazze dai 16 ai 21 anni, dell’AGESCI (Associazione Guide E Scout Cattolici Italiani) camminano e fanno strada assieme. Questo del 2014 è il terzo incontro nazionale dei giovani dell’AGESCI dal 1976.

La nostra provincia ospiterà 8 delle 456 route (gruppi, chiamati clan di formazione, di 60 ragazze e ragazzi provenienti da varie parti d’Italia) che attraverseranno l’Italia del 1° al 5 agosto, 5 di queste partiranno venerdì prossimo da Latina scalo dove si sono dati appuntamento i 350 rovers e scolte partecipanti.

La cerimonia di apertura di questa fase della “route” nel territorio pontino si svolgerà venerdì 1° agosto (107° anniversario della nascita dello scoutismo) alle ore 14.15 presso la chiesa parrocchiale “San Giuseppe Lavoratore” di Latina Scalo con la presenza del Vescovo di Latina SE Mariano Crociata e la delegata della Provincia di Latina Filomena Sisca. Divisi in 5 gruppi (clan di formazione) vivranno l’esperienza della strada percorrendo la via Francigena, nel tratto da Fossanova a Cisterna/Cori, altri attraversando il Parco Nazionale del Circeo. Avranno l’opportunità di conoscere ed apprezzare le risorse del nostro territorio, utilizzando canoe, biciclette ed i propri piedi. Molte sono le attività e le visite anche di natura culturale organizzate dai capi e dai ragazzi dei gruppi ospitanti della Zona Pontina. Sono previste visite a Ninfa, Sermoneta, al Crocefisso di Bassiano, Valvisciolo, Fossanova, Villa Fogliano, Monte Circeo, la Darsena di Torre Paola, Norba e tanto altro grazie alla disponibilità ed alla collaborazione dei Sindaci e delle amministrazioni dei Comuni attraversati dalle route, al Parco del Circeo, al comando della Forestale del Parco, alla Marina Militare di Sabaudia e tanti altri. Inoltre la Provincia di Latina, grazie al suo dirigente del settore ambiente, animerà un incontro con i giovani sul progetto Life – Rewetland. Anche i privati hanno dato grande disponibilità, fra i tanti l’azienda agricola Ganci, la proprietà Di Stefano nel borgo di Fossanova, la proprietà Scalfati del lago di Paola, la cooperativa IL SENTIERO e la Fondazione Caetani.
Anche il prodotto agricolo pontino troverà la sua degna valorizzazione grazie alla fornitura dei viveri quotidiana da parte della Fattoria Solidale del Circeo.  Durante il cammino di tutti i percorsi alcuni giovani saranno dotati di applicazioni su I-Phone per la tracciatura GPS dei sentieri mentre altri rileveranno tutte le emergenze del territorio su schede cartacee utili a raccogliere e poi riversare tali informazioni sul sito della Regione Lazio www.VISITLAZIO.com

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto