politica

Provincia alle prese con la riforma: approvato il bilancio dopo i tagli pari a 23 milioni di euro

I consiglieri portano all’attenzione dell’Assise il tema dei rifiuti e della salvaguardia dell’ambiente

Shares

eleonora-della-pennaLATINA – E’ stato approvato oggi con i voti a favore della maggioranza e l’astensione dei consiglieri di opposizione il bilancio di previsione anno 2015 e il pluriennale 2015-2017 con la relativa relazione previsionale e programmatica della Provincia. Il documento contabile rappresenta uno dei passaggi essenziali per la vita dell’ente alle prese con una fase di riorganizzazione dovuta alla recente riforma e che ha comportato corposi tagli pari a circa 23 milioni di euro.

Il presidente, nel corso del suo intervento introduttivo, ha voluto ribadire proprio le difficoltà relative alla redazione del bilancio dovute appunto al notevole ridimensionamento delle risorse a disposizione dell’ente: “I numeri di questo bilancio – ha affermato il presidente Della Penna – non sono confortanti e non ci hanno consentito di incidere, come avremmo voluto, nelle scelte dell’ente proprio per la mancanza di fondi. Molte voci del documento contabile – ha affermato ancora il presidente – sono frutto di richieste di finanziamento presentate alla Regione Lazio (4,5 milioni di euro per la differenziata, 1,5 milioni per la cultura e il diritto allo studio, 8,5 milioni per la formazione e il lavoro, 90,5 milioni di euro per investimenti e programmazione), senza questo tipo di lavoro avremmo potuto prevedere davvero poco. Basti pensare – ha sottolineato ancora Della Penna – che i fondi a disposizione per la viabilità provinciale e regionale sono circa 1 milione e 400mila euro e che per la manutenzione delle scuole abbiamo a disposizione 600mila euro. Queste cifre devono far riflettere e, in questo contesto, è necessario anche comprendere definitivamente quali siano le competenze che resteranno a carico delle Province. Oggi, come ente, ci siamo trovati a garantire servizi, penso ad esempio all’assistenza per gli alunni disabili, che non sono più nostra competenza. Lo abbiamo fatto garantendo risorse dirette di bilancio che purtroppo non abbiamo più e su cui dovrà intervenire necessariamente la Regione Lazio già dal prossimo mese di settembre. Questo è uno degli esempi più eclatanti e che lascia bene intendere le difficoltà con cui l’ente si trova ad operare a seguito della riforma Delrio anche per quanto riguarda la riorganizzazione dei lavoratori che, giustamente, chiedono chiarezza e maggiori certezze ai governi nazionale e regionale”.

I consiglieri hanno chiesto di riportare all’attenzione dell’Assise i temi relativi ai rifiuti e alla salvaguardia dell’ambiente oltre che alle crisi occupazionali di cui la Provincia si sta occupando attraverso i tavoli di concertazione che porteranno al patto strategico sottoscritto con le associazioni di categoria. “E’ importante – ha affermato il consigliere Bartolomeo – tornare a discutere di questi argomenti coinvolgendo, per quanto riguarda anche le progettualità, la stessa Regione Lazio”. Il consigliere Forte, inoltre, ha chiesto al presidente Della Penna di coinvolgere in una prossima discussione proprio il presidente Zingaretti. “I grandi temi che interessano il territorio, come il confronto sui rifiuti – ha sottolineato Della Penna – sono ovviamente sull’agenda dell’amministrazione. Condivido la richiesta avanzata da diversi gruppi di discutere durante sedute monotematiche, proprio questi argomenti. Per quanto riguarda il bilancio voglio ringraziare tutto il consiglio provinciale per avere dimostrato, ancora una volta, spirito di collaborazione e ampia volontà di dialogo e di confronto”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto