indagine della finanza

MetroLatina, l’inchiesta decolla: sequestrati beni per 3,5 milioni all’ex sindaco Zaccheo e altri 9 indagati

Pagarono i vagoni quando ancora non c'era il progetto esecutivo. Provvedimento d'urgenza del pm Pigozzo

L’allora sindaco Vincenzo Zaccheo presenta il progetto della MetroLatina (le foto sono di Enrico De Divitiis) Era il 2006

LATINA – Beni e conti correnti sono stati sequestrati ai dieci indagati nell’inchiesta della Procura di Latina sulla Metroleggera di superficie, progetto oneroso, ambizioso, per qualcuno inutile, comunque mai divenuto realtà. Lo anticipa il quotidiano Latina Oggi.

Regalo di Natale: la metro in piazza. Era il 19 dicembre del 2006

Secondo quanto riportato dal giornale, la Guardia di Finanza ha notificato lunedì pomeriggio all’ex sindaco di Latina Vincenzo Zaccheo, all’ingegner Lorenzo le Donne, tutt’ora dirigente comunale, e ad altre otto persone, un decreto di sequestro preventivo d’urgenza (a tutela del Comune di Latina che in caso di conferma potrà rivalersi su questi beni) per un pagamento effettuato nel 2011 per saldare i primi 6 vagoni della metro. Il versamento per la somma di oltre 3 milioni e mezzo di euro era stato infatti effettuato  – secondo gli accertamenti dei finanzieri – quando ancora non era stato approvato il progetto esecutivo.

Il pm Cristina Pigozzo titolare dell’inchiesta ha anche convocato in Procura, per ascoltarli, tutti gli indagati, ma nessuno si è presentato, preferendo inviare tramite gli avvocati memorie a difesa. Il provvedimento d’urgenza è ora al vaglio del gip del Tribunale di Latina che dovrà decidere se convalidarlo.

26 Commenti

26 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto