SUPERLEGA

Top Volley: questa sera alle 20.30 Latina-Perugia

Attesissima gara contro la Sir Safety Perugia in un PalaBianchini già sold out

LATINA- In un PalaBianchini già sold out  per l’attesissima gara contro la Sir Safety Perugia di questa sera alle 20.30, in diretta Rai Sport HD con la telecronaca di Maurizio Colantoni e il commento tecnico di Andrea Lucchetta, la Top Volley Latina in una splendida cornice di pubblico affronterà gli ospiti per l’obiettivo playoff  nella 24esima giornata di Superlega UnipolSai, per poi proseguire mercoledì con la trasferta a Vibo Valentia e chiudere il girone di ritorno domenica 26 febbraio a Latina con Milano. Il commento del tecnico pontino alla vigilia della gara Daniele BagnoliFino a un mese e mezzo fa a chi ci chiedeva di parlare di playoff rispondevamo che la cosa che dovevamo pensare è migliorare il gioco per fare più punti possibili, dato che la superlega è un campionato complicatissimo e difficilissimo. Avevamo nove punti da recuperare da un avversario che stava giocando molto bene, per poi non parlare delle altre squadre che avevamo davanti. Il primo obiettivo lo abbiamo raggiunto, quello di migliorare la nostra capacità di gioco e di prestazione che ci ha permesso di fare dei buoni risultati. Dobbiamo essere molto soddisfatti dell’aver migliorato le qualità di gioco oltre che aver ripreso le avversarie. In alcuni momenti della stagione ci ha penalizzato la mancanza di alcuni giocatori, l’inserimento di Ishikawa ha migliorato moltissimo la capacità di allenamento, la competizione interna e quindi i miglioramento della squadra. Contro Perugia noi ci dobbiamo credere, sappiamo che per fare una grandissima sorpresa dobbiamo fare una grandissima prestazione e questo dipende da noi, poi è evidente che se l’avversario giocherà la sua migliore pallavolo vinceranno perché sono molto più forti. Noi dobbiamo scendere in campo con le idee chiare, nessun risultato ci è precluso e che solo il campo dirà chi sia il più forte”.

Ora la classifica vede cinque formazioni in lotta per gli ultimi due posti disponibili nel tabellone dei playoff scudetto, Monza ricopre il settimo posto a quota 32 punti in classifica di regular season con sei lunghezze di vantaggio sul trio composto da Vibo, Ravenna e Latina, tutte a 26 punti seguite da Molfetta a 22. Il calendario odierno vede l’anticipo Milano-Ravenna, poi Molfetta-Monza e Sora-Vibo per chiudere in serata con Latina-Perugia ma Latina dovrà affrontare la seconda forza del campionato, insieme a Trento, la Sir Safety che di punti registra 53 punti grazie a 18 vittorie e sole 5 sconfitte con gli umbri che hanno già ipotecato la final four di Champions, che ospiteranno a Roma il 29-30 aprile.

In casa Perugia sono arrivati il serbi Mitic al palleggio e Podrascanin al centro, Chermokozhev, Della Lunga, Berger e soprattutto l’ex Zaytsev di banda, Bari e Tosi libero. Mentre sono stati confermati la diagonale De Cecco-Atanasijevic, i centrali Birarelli e Buti, gli schiacciatori Franceschini e Russell. Come Latina ha cambiato in corsa la panchina affidandola a “mister secolo” Lorenzo Bernardi collezionando dieci vittorie e solo due sconfitte, al tiebreak a Modena e 1-3 con la capolista Civitanova, ma si sono subito ripresi vincendo poi contro Molfetta e Monza. Con la qualificazione in tasca sono stati superati al tiebreak mercoledì in Europa dai belgi del Knack Roeselare. In questa occasione Bernardi, libero dai vincoli degli italiani in campo, ha fatto riposare alcune pedine e ha schierato le diagonali Mitic-Chernokozhev, Birarelli-Podrascanin, Russell-Berger, Tosi libero, mentre invece con Monza sono scesi in campo l’ex De Cecco al palleggio con Atanasijevic opposto, Birarelli e Buti centrali, Russell e Berger schiacciatori, Bari libero schierando solo al quarto set Podrascanin e l’ex Zaytsev. I pontini vengono da un buon periodo in cui hanno incamerato 12 punti nelle ultime sei gare ricaricando il morale e la fiducia nelle trasferta a Sora e Padova con Daniele Bagnoli che si è affidato a Sottile in cabina di regia e Fei opposto, Rossi e Gitto centrali, Maruotti e Klinkenberg schiacciatori, Fanuli libero utilizzando poi tutta la rosa a disposizione nel corso della gara tra cui la giovane stella giapponese Yuki Ishikawa che parla della gara “È molto importante la partita di domenica con Perugia per la nostra stagione. Perugia è una squadra molto forte, ma dobbiamo provarci e credo che se giochiamo al meglio, possiamo farcela. Verranno molti giapponesi a vedermi tra cui il mio allenatore”.

Molti gli ex dell’incontrotra cui lo Zar d’Italia Ivan Zaytsev  con la maglia pontina nella stagione 2007-08, Luciano De Cecco nel 2008-09 oltre al DS Goran Vujevic dalla parte di Perugia; Gabriele Maruotti  invece con la maglia del Perugia nella stagione 2014-15 e Fabio Fanuli presente dal 2013 al 2016. Sono stati 9 precedenti tra le due formazioni con un solo successo del Latina e 8 degli umbri, l’unica vittoria pontina nella prima gara datata 7 ottobre 2012. Nel Lazio il bilancio è di 1-3 per gli umbri parla lo schiacciatore numero 14 Aleksandar AtanasijevicDomenica a Latina ci aspetta sicuramente una partita molto difficile. Giochiamo in casa loro e contro una squadra che sta lottando per entrare nei Play Off. Nell’ultima giornata hanno vinto nettamente a Padova 3-0 e questo dimostra che sono in grande forma. Domenica scorsa contro Monza abbiamo visto che, se non giochiamo al 100%, rischiamo di perdere e non dobbiamo commettere questo errore. Adesso siamo un po’ più riposati, almeno io e De Cecco, che non siamo andati in Belgio. Spetta soprattutto a noi due aiutare i nostri compagni, spingere al massimo e dare tutto per tornare a casa con un buon risultato”.

Prima della gara verranno premiati Alessandro Fei per i 9.000 punti tra Campionato e Coppa Italia e Luigi Goldner con la consegna della Stella di bronzo del Coni intanto Andrea Rossi è fiducioso “stiamo attraversando un bel momento, siamo in trend positivo, adesso ci aspetta la corazzata Perugia. Non sarà facile perché ha elementi di livello, ma noi proveremo a strappare punti. A noi mancano non meno di sei punti che abbiamo perso per strada perché non siamo stati capaci a chiudere alcune gare, quindi questo va considerato sul divario che abbiamo in classifica con Perugia. Tornare indietro non si può, ma se vinciamo con Perugia credo che per la volata playoff non ci sia più storia”.

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto