VOLLEY PLAYOFF5 CHALLENGE CUP

Top Volley vince Gara 2 a Milano

Revivre Milano-Top Volley Latina 1–3 (21-25, 25-23, 22-25, 24-26)

LATINA- La Top Volley torna a casa dopo aver conquistato Gara 2  degli ottavi Superlega Playoff Challenge UnipolSai al PalaYamamay di Milano per 1-3, come in Gara1 ma con il risultato in favore della Revivre. Si giocherà la bella mercoledì 22 marzo alle 20.30 al PalaBianchini di Latina, chi vincerà affronterà Piacenza. Il tecnico di casa Luca Monti schiera Sbertoli al palleggio e Adamajtis opposto, De Togni e Galassi centrali, Hoag e Skrimov schiacciatori, Cortina libero. Daniele Bagnoli risponde con Sottile in regia e Fei opposto, Rossi e Gitto al centro, Klinkenberg e Ishikawa di banda, Fanuli libero.

Il primo set inizia in equilibrio poi il muro pontino funziona con Sottile e Gitto (8-9) gli attacchi vincenti di Fei mandano Latina sul 9-12 e Monti ferma il gioco. Milano accorcia con l’ace dell’ex Skrimov ma arriva anche quello di Ishikawa per il 15-19 e i padroni di casa chiedono ancora una volta time out. Resta in vantaggio Latina al rientro sul campo con Fox che chiude il primo parziale per 21-25. Il secondo set si apre con un ace di Hoag e primo tempo di De Togni che valgono i primi due punti locali, Latina accorcia, Gitto firma il muro vincente del’11-8 con Bagnoli che cambia le carte in tavola: entra di banda il capitano Maruotti e Penchev. Latina a -2 (14-12) ma i locali con Hoag si portano avanti sul 19-14, nonostante l’impegno di Latina Galaverna chiude per 25-23 in favore della Revivre. Equilibrio in avvio di terzo set con gli ace di De Togni e Rossi, funzionano sia i muri di Klinkenberg che quelli di De Togni, dentro il bulgaro Penchev per Latina che allunga sull’11-14. Fei porta gli ospiti sul 15-19, il centrale pontino Andrea Rossi invece firma il 17-22 poi l’ace di Sbertoli accorcia le distanze sul 22-24 ma Ishikawa decide il parziale per 22-25 con Latina in vantaggio di un set. Ultimo parziale al PalaYamamay di Milano che ruota la formazione, Adamajtis manda avanti i suoi sul 8-4 e Bagnoli chiama tempo, i muri di Sottile e Penchev pareggiano i conti sul 13-13, poi Fei e Ishikawa allungano sul 14-17. L’ace di Hoag e il contrattacco di Nielsen riportano la parità in campo (22-22) si pensa già al tiebreak ma la stella giapponese Yuki Ishikawa chiude con un muro la gara di ritorno ai vantaggi per 24-26.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto