campagna elettoriale

Pirozzi a Latina nel giorno in cui diventa indagato: “Io estraneo ai fatti”

Il candidato presidente del Lazio comincia il tour dal mercato annonario

LATINA – Sergio Pirozzi arrivato a Latina per il suo primo tour elettorale storpia ripetendo  come un mantra ad ogni domanda  Zingaresi invece di Zingaretti. Poi alla prima domanda puntualizza:  “Il mio non è un tour, ma un giro, siamo italiani e dobbiamo riappropriarci della nostra lingua”. Più che sufficiente per capire la marca del candidato alla Regione Lazio.

Una sfortunata coincidenza ha voluto che il sindaco di Amatrice, sia arrivato a Latina proprio nel giorno in cui si rende nota la circostanza  che è indagato per omicidio colposo  per il crollo di un edificio in Piazza Sagnotti distrutto dal sisma del 24 agosto 2016, nel quale persero la vita sette persone. A Pirozzi viene contestato di aver consentito  in qualità di sindaco e di responsabile della Protezione Civile,  il rientro dei residenti nella palazzina sgomberata dal precedente sindaco dopo il terremoto dell’Aquila perché fortemente lesionata.

Ma non è di questo che parla nel capoluogo pontino, piuttosto di come tutte le province gli appaiano uguali, con gli stessi problemi: “Basta vederne una per accorgersene”

ASCOLTA

Il tour a Latina è cominciato dal mercato annonario e proseguito al Goretti (nella foto Pirozzi è accompagnato dal  direttore Parrocchia e dal dirigente del pronto soccorso Mario Mellacina). Intorno alle 11 il candidato si è diretto verso il Tribunale, poi dopo una breve presentazione alla stampa è corso a Roma per la conferenza sull’inchiesta che “guarda caso  – ha detto  – arriva proprio a ridosso del voto”. Sul punto, dirà solo nella Capitale: “Sono  estraneo ai fatti”

1 Commento

1 Commento

  1. Gianluca Taddeo

    Gianluca Taddeo

    9 Febbraio 2018 alle 13:33

    Ahahaahhhaha…povero cucciolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto