a latina

7 giorni accessibili, così Latina diventerebbe una città per tutti

Il programma e gli obiettivi di una settimana speciale

LATINA – Immaginate quanto può essere alto il bancone informazioni di un supermercato per un bambino che magari si è perso e deve chiedere aiuto. Inaccessibile. Esattamente come lo è per chi si trova in carrozzina. Pensate all’impossibilità di individuare la giusta fermata del bus, se non c’è annuncio sonoro, per un cieco, ma anche per un anziano che non vede più benissimo, per u turista straniero, o per un immigrato. O quanto può essere difficile per chi non ha le chiavi culturali, accedere alle informazioni sui servizi disponibili persino negli uffici pubblici o nelle strutture sanitarie. Per non parlare delle barriere fisiche che impediscono ad un disabile motorio di spostarsi autonomamente, ma anche ad una giovane mamma di spingere il passeggino senza difficoltà o ad un anziano di non cadere per la presenza di uno scalino laddove invece dovrebbe trovare uno scivolo.

Per riflettere su tutto questo e sulla città possibile, il coordinamento Via Libera di Latina che riunisce 15 associazioni e singoli cittadini, ha organizzato 7 giorni accessibili una manifestazione che per tutta la settimana proporrà esperienze speciali, ma anche spazi di approfondimento e discussione: una cena al buio promossa dall’Unione italiana Ciechi (lunedì 8 ottobre da Stella Artois), o una visita tattilo-sensoriale (venerdì 12 al Museo Cambellotti) condotta da una guida sensoriale; o ancora una passeggiata “nella storia”  (giovedì 11 da piazza del Quadrato) accompagnati dagli studenti del Marconi che hanno inventato la app per mappare gli ostacoli nei percorsi cittadini. Sono solo alcuni degli appuntamenti proposti.

“Le barriere di cui parliamo non sono solo barriere fisiche che sono poi le più facili da eliminare, ma sono tutti gli ostacoli culturali e socio-ambientali che limitano la reale inclusione di tutti. Perché una città che risolve i problemi di chi ha difficoltà sarà una città più facile e quindi migliore  per tutti”, spiega Ida Ferrari, coordinatrice di ViaLibera.

Non un sogno, ma un bellissimo progetto collettivo, realizzabile “attraverso azioni pensate in maniera inclusiva e partecipativa”.

 ASCOLTA IDA FERRARI

IL PROGRAMMA – Domani, martedì 9 ottobre a partire dalle 17.30, ci sarà l’iniziativa nei Giardini del Comune (in caso di maltempo il convegno si terrà nella Sala De Pasquale) in cui verrà presentato un bando rivolto agli alunni delle scuole primarie e secondarie sul tema dell’accessibilità proposto dagli Assessorati all’istruzione e alle politiche giovanili del Comune di Latina.  Alle 19 sarà  presentato il libro ‘Faccio salti altissimi’ di Iacopo Melio, che sarà presente via Skype e con cui si potrà dialogare e confrontare sui temi dell’accessibilità.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto