al salone di genova

La barca dell’anno è Eos ’46 e arriva dai cantieri EMG di Sabaudia

Il sindaco Giada Gervasi: "Per questo territorio è la rivincita dopo anni di crisi"

SABAUDIA – Una volta erano i Cantieri Posillipo, poi Rizzardi. Oggi è la EMG Marine,  il cantiere nautico di Sabaudia in vista al prestigioso Salone di Genova. Con l’Eos ’46 infatti, il cantiere di Borgo San Donato attivo da poco, ha portato a casa il titolo di Barca dell’Anno (a motore).

“Dopo la crisi economica di questi ultimi decenni, che ha fortemente penalizzato il settore della nautica a Sabaudia, la grinta e la spinta imprenditoriale di questo territorio prendono la loro rivincita e trionfano al Salone di Genova – commentano dal Comune”.

Progettata e realizzata a Sabaudia, l’imbarcazione è un walkaround lungo 14,40 metri per 4,76 metri di larghezza massima, “nato da un progetto di ricerca  – spiegano dai cantieri – basato sul design, sull’efficienza, sulla riduzione dei consumi e sulla sicurezza. L’Eos 46’ può viaggiare ad una velocità massima di 35 nodi con 22 nodi di velocità di crociera; ha 3 cabine separate per un totale di sei posti letto servite da due bagni, ma può imbarcare fino a 12 persone”. Un progetto che porta le firme dell’ingegnere Vincenzo Pupillo, dell’architetto navale Carlo Galeazzi, dell’architetto Maurizio Loreti, che ha curato gli interni, dell’ingegnere navale Flavio Di Caterino che ha realizzato la carena e del direttore di produzione Francesco Milia.

“Il mio plauso a nome di tutta la cittadinanza per il traguardo raggiunto al Salone di Genova alla EMG Marina di Borgo San Donato e a tutti i suoi collaboratori – ha commentato il sindaco Gervasi, che ha incontrato gli ideatori e progettisti di Eos 46’ – Prima barca realizzata e subito un premio internazionale: se questo è l’inizio, il settore nautico a Sabaudia potrebbe davvero tornare ad essere fiore all’occhiello dell’intero territorio regionale e nazionale”.

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto