il commento

Due milioni per la Cittadella giudiziaria, Lauretti: “Provvedimenti tampone”

Il nuovo Consiglio forense ritiene l'opera pubblica prioritaria, ma solo se completa di tutti gli edifici

LATINALa notizia arrivata dal Provveditorato Opere pubbliche dello stanziamento di due milioni di euro promessi per i primi interventi nel cantiere della Cittadella Giudiziaria di Latina, quando ne servono sette in più (9 in totale) per portare a termine l’incompiuta, non soddisfa gli Avvocati pontini che al momento dell’elezione nel nuovo Consiglio dell’Ordine lo avevano detto chiaramente: “O tutto o niente”, spiegando che il progetto è vitale, ma ha senso solo se quell’area raccoglierà davvero al suo interno tutti gli uffici giudiziari. Il trasferimento della sola Procura nel primo edificio complicherebbe, invece che migliorare  la situazione, se non altro per le distanze esistenti tra gli attuali uffici e i nuovi.

“Non c’è molto da commentare si tratta di soluzioni tampone che non risolvono il problema del completamento di tutta la cittadella giudiziaria ma solo del primo edificio. E’ un primo passo ma è ancora poca cosa”, sono le parole del presidente degli Avvocati Gianni Lauretti che nei giorni scorsi ha avviato l’altra battaglia annunciata, quella per il avere un Giudice di Pace efficiente.

Per denunciare pubblicamente disservizi che coinvolgono la cittadinanza oltre che la categoria, il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Latina, ha fissato per il 22 marzo 2019 alle ore 11.00 presso il Circolo Cittadino di Latina, un incontro pubblico: “Vogliamo rappresentare e denunciare la grave situazione in cui versano gli Uffici del Giudice di Pace di Latina, Terracina e Fondi”, dice Lauretti.

In occasione dell’incontro pubblico  – spiegano gli Avvocati del Foro di Latina – verrà rappresentata l’esigenza che gli Uffici del Giudice di Pace siano debitamente potenziati in termini di risorse economiche e strutturali, con particolare riferimento alla necessità di assicurare la integrale copertura della pianta organica dei Magistrati e del personale amministrativo.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto